ALBA ADRIATICA – Viabilità, rifiuti, sviluppo economico, sanità. Sono stati questi i temi trattati nell’incontro tra la Giunta provinciale (erano presenti il presidente Ernino D’Agostino e gli assessori Pietro Pantone, Antonio Assogna, Nicola Di Marco e Mauro Sacco), i dodici sindaci dei Comuni della Val Vibrata ed altri amministratori locali. L’incontro si è svolto questa mattina, nella sala conferenza del Comune di Alba Adriatica.

In apertura dell’incontro, il sindaco di Alba Adriatica Valerio Caserta ha chiarito, come peraltro aveva già fatto nella nota inviata al presidente della Provincia nei giorni scorsi, che l’intento delle sue dichiarazioni pubbliche era quello di “evidenziare il disagio di un’intero territorio e di sollecitare una maggiore attenzione da parte degli interlocutori istituzionali, ferma restando l’attenzione riscontrata da parte della Provincia di Teramo�?.

Dopo l’intervento di Caserta, il presidente D’Agostino ha illustrato i principali impegni ed obiettivi che la Provincia si propone di realizzare nel breve e nel medio periodo per sostenere lo sviluppo del comprensorio e per migliorare l’organizzazione dei servizi pubblici.

I principali temi trattati da D’Agostino hanno riguardato il completamento della dotazione infrastrutturale del territorio, con particolare riferimento alla grande viabilità (Pedemontana Abruzzo-Marche e adeguamento della statale 81) ed alla viabilità provinciale (tra i progetti, l’adeguamento della ex statale 259), gli interventi per superare l’emergenza rifiuti (accordo interprovinciale e interregionale per lo smaltimento in impianti marchigiani con riduzione notevole dei costi) e per la completa attuazione del piano provinciale dei rifiut, lle iniziative per il rilancio dello sviluppo economico, a partire dalla formazione del distretto agro-alimentare e dal progetto per il rilancio del comparto della pelletteria.

Inoltre, sono state discusse le iniziative che la Provincia e i Comuni promuoveranno, congiuntamente, per affrontare i problemi riguardanti il presidio ospedaliero di Sant’Omero ed i servizi sanitari territoriali. L’incontro è stato aggiornato ad una prossima data, da fissare nei giorni a seguire, per proseguire l’approfondimento dei singoli temi, in particolare le infrastrutture e i servizi sociali.

«L’incontro odierno – è stato il commento del presidente D’Agostino – inaugura un metodo di confronto diretto con i sindaci di un comprensorio che ha sempre dato un grande contributo alla crescita economica, sociale e civile della comunità provinciale. La Provincia intende dare priorità ad obiettivi di primaria importanza per lo sviluppo di tale area territoriale e, al fine di perseguirli con efficacia, intende rafforzare la collaborazione con i Comuni e con l’Unione Città-territorio. Vogliamo inoltre promuovere ulteriormente l’integrazione e tutte le forme di cooperazione interistituzionale con la Provincia di Ascoli Piceno, dando continuità e sviluppo alle intese già maturate ad esempio sulla grande viabilità e nella gestione dell’autorità di bacino del fiume Tronto. I prossimi appuntamenti consentiranno di approfondire specifici temi ed impegni».

«Abbiamo sottolineato l’esistenza di alcuni impegni prioritari – ha affermato Leonilde Maloni, sindaco di Martinsicuro e presidente dell’Unione dei Comuni della Val Vibrata – che riguardano innanzitutto l’emergenza rifiuti, con la necessità di potenziare la raccolta differenziata ma anche di sostenere l’accordo per l’utilizzo di piattaforme comuni o discariche tra le Province di Teramo ed Ascoli e le Regioni Abruzzo e Marche. Ci ha confortato poi l’ampia relazione del presidente D’Agostino sullo stato della viabilità e sull’accelerazione dei percorsi progettuali riguardanti la statale 81, la San Nicolò- Garrufo- Castel di Lama e il completamento della 259. L’impegno comune è quello di di confrontarci periodicamente. E’ questo un obiettivo importante, in linea con la necessità che questo territorio si senta ascoltato e rappresentato nelle scelte politiche. Il nostro ruolo sarà di stimolo anche nei confronti della Regione, in particolare per il trasferimento alla Provincia di Teramo delle deleghe in tema di formazione e lavoro e trasporti».

«Sono molto soddisfatto della riunione e soprattutto del clima di estrema collaborazione in cui si è svolta» ha aggiunto al termine dell’incontro Caserta. «L’auspicio è di continuare così e di rendere costante nel tempo questo confronto e questo metodo di condivisione, in modo da verificare con puntualità il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissi».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 439 volte, 1 oggi)