SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La beffa a Perugia, il primo successo stagionale in quel di Gubbio. Segnali confortanti per la Samb che, dopo due incontri ufficiali, si sente più forte. Moderatamente più forte. Della serie: umiltà e piedi ben piantati a terra.
Inutile però nascondere che Landaida e compagnia in soli 180 minuti hanno abbattuto lo scetticismo di addetti ai lavori e non. Non siamo ai livelli di Aldo Papagni, tecnico di quel Taranto prossimo avversario al Riviera delle Palme, che avrebbbe pronosticato la Samb come tra le favorite per la promozione (magari…), ma la combriccola rossoblu ha quantomeno lasciato intravedere che la salvezza è un obiettivo alla portata.
UN LOVISO IN PIU’ Se contro gli ionici Alessandro Calori dovrà fare a meno del terzino Tinazzi, squalificato – a proposito: al suo posto potrebbe giocare Diagouraga – il tecnico aretino avrà nel motore un Loviso in più. L’ex centrocampista del Bologna, dall’alto della sua esperienza, e a dispetto della giovane età (22 anni), a Gubbio ha già fatto capire di poter diventare molto importante per questa squadra, un regista prezioso, quantità e qualità. Del resto dal biondo di Bentivoglio si attende molto l’intero staff tecnico rossoblu. Domenica la prima prova del nove. Potrebbe avere al suo fianco, nella consueta linea mediana a tre proposta da Calori, Giorgino e Visone, eventualmente preferiti a Fanelli, non ancora al 100%, e Iovine. Là davanti infine, in attesa che pure Massimiliano Carlini raggiunga una condizione fisica accettabile, saranno Tripoli e Momentè a fiancheggiare Morante.
BORSINO Nel pomeriggio, sul prato del Riviera, la Samb ha effettuato un’ultima seduta di lavoro prima della rifinitura di domani mattina. Nessun problema per mister Calori che, come detto, domenica non disporrà del solo Tinazzi. Recuperato Carlini, che ha smaltito l’attacco influenzale dei giorni scorsi, ma che comunque partirà dalla panchina.
QUI TARANTO Mister Papagni, in vista della prima trasferta della stagione, ha qualche grattacapo in ordine allo scheramento offensivo. Con Cammarata alla ricerca di una condizione fisica accettabile, Deflorio e Ambrosi non hanno ancora risolto gli acciacchi che li stanno tormentando da inizio settimana. Sempre più probabile che l’allenatore pugliese alla fine opti per la coppia Catania-Pasca. Per il resto, oltre al portiere Pinna, in difesa dovrebbero giocare Panini, Caccavale, Pastore e Colombini; sulla mediana Mancini e Cejas, con Toledo e De Liguori a spingere sulle fasce.
RAI-LEGA DI C, C’E’ L’ACCORDO Tutto sistemato tra Lega di C e Rai, dopo che nel corso dell’ultimo fine settimana il presidente Mario Macalli aveva impedito alle telecamere di Stato di entrare negli impianti che hanno ospitato la prima giornata. Le parti hanno finalmente trovato l’accordo economico, dunque da domenica si torna all’antico, con le varie redazioni regionali che potranno riprendere e poi trasmettere le immagini delle partite della seconda giornata a tutti i tifosi della Penisola. Dalla terza giornata poi tornerà il consueto format con l’anticipo del venerdì e il posticipo del lunedì su Rai Sport Satellite.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 753 volte, 1 oggi)