SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Campionato di serie D alle porte. Manca l’ufficialità, però pare ormai probabile venga riconfermata la data del 17 settembre. Domani pomeriggio, quando la Camera Arbitrale del CONI si riunirà per dibattere sui ricorsi presentati da Latina, Modica, Forlì e Casale, sapremo con certezza.
Grottammare e Centobuchi vivono l’attesa pensando alla gara di ritorno della Coppa Italia. Primo round archiviato. Allo stadio Pirani ha vinto il nervosismo: scialbo 0-0, un’espulsione (Maffucci), emozioni col contagocce. Tutto a posto in ogni caso, il pari, anche se per motivi diversi, è andato a genio sia alla banda Amaolo che ai ragazzi di mister De Amicis.
QUI CENTOBUCHI I biancocelesti, nettamente più avanti dal punto di vista fisico (nelle gambe hanno venti giorni di preparazione in più), ci tengono a passare il turno. Parola di Giuseppe De Amicis: «Sarebbe un modo per poter dar spazio a tutti, ruotando l’organico che ho a disposizione. Ci teniamo a fare bene, anche perchè esordiremo in una competizione ufficiale di fronte al nostro pubblico». Borsino: acciaccati Andrea Capriotti e Guido Galli, il quale avendo un ginocchio in disordine quasi certamente non verrà rischiato dal tecnico teramano. «Speriamo davvero che si giochi tra due domeniche – ha continuato l’allenatore del Centobuchi – è sempre più difficile tenere concentrato il gruppo; qualcuno pensa che siamo ancora in fase di preparazione estiva, e invece, a meno di sorprese, fra poco si comincia».
QUI GROTTAMMARE Sembra quasi passare in secondo piano la gara di Coppa. Troppo concentrato nel forgiare una squadra che non può ancora dirsi tale l’entourage grottammarese. Del resto si sapeva: partiti in avvio di agosto, trascorso dunque sì e no un mese, Del Moro e compagni non sono ancora al top. Di più: il mercato è ancora aperto. Sul taccuino del diesse Pino Aniello è segnata una punta. Preso invece un altro portiere. L’ex Tolentino Edoardo Domanico proprio in questa settimana è stato tesserato; domenica prossima Daniele Amaolo lo avrà a disposizione per il match contro il Centobuchi.
«Dobbiamo ancora crescere, e molto – è l’ammissione dell’allenatore sargiorgiese – Stiamo lavorando sodo affinchè la condizioni migliori. Dobbiamo pazientare, è naturale, il Centobuchi ha dimostrato di essere più in salute ma guarderemo la nostra strada. Ci interessa molto relativamente proseguire il cammino in Coppa; è semmai una tappa di avvicinamento al campionato, il nostro vero e principale obiettivo. Speriamo anzi cominci in ottobre. La squadra è ancora incompleta e, come detto, dobbiamo migliorare».
Contro la squadra di mister De Amicis intanto, rimarrà fuori Roberto Maffucci, espulso domenica scorsa. «Roberto deve starr tranquillo, sappiamo tutti che ha una grande voglia di dimostrare tutto il suo valore, però a volte la frenesia gioca brutti scherzi. Deve adattarsi a questa categoria: il livello tecnico è più basso ripsetto a quella C in cui ha giocato fino all’anno scorso (nel Foggia, ndr), maggiore però è l’agonismo. Non bisogna cogliere le provocazioni altrui».
ARBITRO Centobuchi-Grottammare sarà diretta dal signor Amerigo Aloisi, il quale sarà coadiuvato da Mirco Pavone e Pasquale Ascione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 516 volte, 1 oggi)