CUPRA MARITTIMA – La Cuprense scalda i motori. Sabato prossimo primo impegno ufficiale, nel secondo di turno di Coppa Italia, contro la Truentina sconfitta 3-0 dall’Atletico Piceno. Nessun pronostico per il tecnico Luca Fermanelli: «Per ora abbiamo disputato soltanto amichevoli e l’ultima giocata con il Montegiorgio mi ha dato indicazioni positive. Le partite vere sono un incognita».
E quando si fa sul serio è naturale che arrivino i primi grattacapi. «Ho problemi di formazione – ha proseguito il trainer – Gabrielli, Armando Splendiani, Parlato, Greganti e Acciarri non si allenano con il gruppo da diversi giorni per dei piccoli fastidi che dovrebbero risolversi in tempi ridotti». Non saranno però disponibili per la gara di Coppa.
Ad un mese dall’inizio della preparazione il tecnico gialloblu non è soddisfatto dall’apprendimento tattico della sua squadra: «Siamo ancora indietro nel recepire moduli e schemi di gioco. Tutto sommato è una situazione normale, dal momento che abbiamo cambiato molti giocatori».
A renderlo felice è però l’atteggiamento adottato dai suoi ragazzi: «La cosa che mi fa stare sereno è la voglia e la volontà che mostrano sia in allenamento che nelle amichevoli. E a breve tutti gli ingranaggi tattici si sistemeranno».
Il ritardo dell’uscita dei calendari non preoccupa il trainer gialloblu: «Arrabbiarsi per gli spostamenti della Lega è inutile. I vantaggi e gli svantaggi sono ripartiti in egual misura a tutte le squadre».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 282 volte, 1 oggi)