SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Millesettecentoquattordici l’anno passato. Milleseicentotrentuno quello precedente. Milleseicentodieci prima ancora. E infine: millecinquecentottantotto nel corso della stagione 2002-2003. Ecco i dati relativi agli abbonati degli ultimi quattro campionato di C1 della Samb Calcio. Domanda: quando si tornerà a superare quota duemila tessere?
Ad oggi, dopo tre settimane, la campagna abbonamenti del sodalizio di Viale dello Sport pare promettere bene. E’ stato infatti sfondato il tetto delle 700 unità. Confrontando il dato con quello degli anni precedenti, la dirigenza ha fatto sapere di essere molto soddisfatta. Anche perchè il numero pare destinato a crescere nei prossimi giorni, magari sulla scia della bella prestazione sfornata dagli uomini di Calori in quel di Perugia.
Samb giovane e inesperta, inadatta alla categoria? I tifosi sembrano non curarsi dei dubbi e delle critiche mosse da addetti ai lavori e non. Prevale semmai la fiducia in una società che finora ha dimostrato di avere a cuore le sorti del club della Lancetta. In definitiva: si sta ricreando quell’entusiasmo che dalla gestione Gaucci in avanti era scemato. Domenica prossima, contro il Taranto, sarebbe bello rivedere un Riviera delle Palme popolato da 6 o 7 mila spettatori. Dovessero pian piano aggiustarsi le frizioni e i malumori all’interno della curva Nord il quadro sarebbe completo.
Ferruccio Zoboletti, indimenticato presidente rossoblu, concorda. «Nei bar, al supermercato, nei circoli, in ogni angolo della città si può toccare con mano la voglia di Samb della gente. Ritengo che ci siano tutti i presupposti per tornare a vedere quell’entusiasmo che da almeno 15 anni non abita più in questa città, dopo le scellerate gestioni dei Gaucci e dei Venturato. Tante persone che conosco, lontane dallo stadio da diversi anni, mi hanno già rivelato che si abboneranno. Credo sia un segnale importante».
«Per quanto mi riguarda – ha proseguito Zoboletti – posso solo ringraziare nuovamente la famiglia Tormenti per quello che hanno fatto finora: ci hanno salvato quando eravamo già morti e sepolti. In più stanno cercando di formare una società seria. Il progetto è a lunga scadenza, ma bisogna avere pazienza; finalmente c’è gente del posto a capo della Samb, persone tifose, orgogliose di farne parte della famiglia rossoblu».
Un’altra testimonianza che fotografa al meglio l’entusiamo ricreatosi attorno al club rivierasco, è quella di Carmelo Silvestri, dirigente rossoblu negli anni Ottanta, titolare della Sipa Costruzioni. «La mia azienda tornerà ad abbonarsi in massa come non accadeva da troppo tempo. Finalmente alla guida della Samb ci sono persone del posto, tifose, appassionate, che vogliono il bene della società e della squadra. Confido nell’aiuto e nella vicinanza di tante altre persone».
800 BIGLIETTI PER I TIFOSI DEL TARANTO La Samb Calcio ha spedito a Taranto 800 tagliandi di Curva Sud, settore che domenica prossima ospiterà i sostenitori ionici. Qualora la richiesta dovesse aumentare, verranno consegnati altri 200 biglietti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.078 volte, 1 oggi)