SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una stagione teatrale con una ricca sezione dedicata alla danza classica e contemporanea. E il festival “Mare Aperto” in versione invernale. L’assessore alla cultura Margherita Sorge conferma che l’amministrazione comunale punterà ancora sulla formula del contenitore sperimentato questa estate. «Stiamo lavorando anche per organizzare un bel Capodanno di piazza – afferma l’assessore – abbiamo l’idea di portare a San Benedetto una stella di prima grandezza del panorama musicale italiano». In parallelo al grande nome ci dovrebbe essere anche una scuola di samba brasiliana.

Prima della notte di San Silvestro ci saranno le varie tappe della rassegna invernale di “Mare Aperto”, un contenitore che a differenza della versione estiva darà più spazio a rappresentazioni teatrali e a spettacoli di danza. Una sorta di collage che cercherà di accontentare palati diversi avventurandosi in territori artistici diversi per genere e declinazioni. Si andrà dal classico al contemporaneo cercando di mantenere elevati standard di qualità. Il terzetto Sorge-Troli-De Bernardin in questi giorni sta studiando il cartellone nei dettagli.

E’ possibile che si punterà su “Mare Aperto” anche in chiave di marchio identificativo, non solo per la politica culturale ma anche per il nostro territorio. Attraverso produzioni teatrali da inserire nel circuito nazionale questo marchio dovrebbe infatti sviluppare una importante opera di promozione per la città e per il suo comprensorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 334 volte, 1 oggi)