PORTO D’ASCOLI: Induti M, Induti Ale, Induti And (69’ Pignotti), Rossi L, Palanca (73’ Piergallini), Pompei, Rocchi, Chaippini, Bernardini (62’ Rossi M), Clementi (75’ De Cesare), Schiavi (62’ Straccia) (Di Bonaventura, Palestini) All. Grilli

AMA AQUILONE: Mandozzi, Di Girolamo, Raschiatore, Cestini, Novelli, De Santis (63’ Cameranesi), Siliquini (80’ Gagliardi), Schiavi (71’ Tosti), Gabrielli (66’ Mignucci), Celani (54’ Massetti), Maurizi (Piccioni, Tedeschi) All. Ficcadenti

ARBITRO: Amadio di Ascoli Piceno

RETI: 24’ Rocchi, 64’ Clementi, 79’ Cameranesi (A), 88’ Chiappini

NOTE: Clementi fallisce un calcio di rigore al 74’

Porto d’Ascoli-Ama 3-1

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Inizia a piacere il nuovo Porto d’Ascoli. Alla prima uscita ufficiale non tradisce le attese: vince con tre gol di scarto. Non accedeva dal 21 gennaio scorso, quando con il medesimo risultato batteva la Stella.

È l’Ama a prendere le misure al 13°. Punizione di Raschiatore, Marco Induti si distende e respinge. Risponde al 19° Rocchi con una bella incursione dalla destra, la palla viene spedita in corner da Mandozzi. Al 24° rasoterra di Schiavi che attraversa tutta la linea di porta, ad aspettare c’è Rocchi che deposita nel sacco.

Ripresa più movimentata. Il Porto d’Ascoli segna e rischia. Al 55° cross di Schiavi per Chiappini che al volo costringe Mandozzi ad una parata di emergenza. Al 64° Straccia appoggia per Chiappini che serve Clementi. Finta sul portiere, lo supera e con tranquillità accompagna la sfera in porta.

Al 73° diagonale di Chiappini, finisce di poco a lato. Subito dopo Mandozzi atterra Rocchi in area. L’arbitro assegna il penalty, Clementi se lo fa parare da Mandozzi. E al 79° gli ospiti accorciano le distanze. Cameranesi beffa l’intera difesa locale con una serie di finte, la conclusione centrale supera Induti.

I biancocelesti non si accontentano. All’84° pallonetto sbilenco di Rocchi finisce alto. Un minuto dopo, Straccia vince un contrasto di testa su Cameranesi, Rocchi riceve e serve il giovane Marco Rossi, la conclusione si spegne tra le braccia di Mandozzi. Ma all’88° Chiappini incanta con una perfetta punizione che si insacca nell’angolino basso del primo palo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 621 volte, 1 oggi)