MONSAMPOLO – Nel pomeriggio di venerdì si è verificato un tamponamento a catena sulla Salaria in località Stella di Monsampolo. Una Citroen Zx ha tamponato un’altra utilitaria condotta da una giovane donna originaria del luogo e in stato di gravidanza. L’urto è stato alquanto violento dato che l’auto tamponata è andata a urtare a sua volta la vettura che la precedeva. In seguito al tamponamento la Citroen si è data alla fuga. Le donne non hanno riportato lesioni gravi.

I carabinieri della stazione di Monsampolo si sono mesi subito alla ricerca dell’automobilista fuggitivo e in tarda serata lo hanno individuato all’interno di un casolare di campagna abbandonato. Si tratta di un albanese di 36 anni di età, clandestino e senza patente di guida. L’uomo è stato arrestato con l’accusa di omissione di soccorso e di fuga in seguito a incidente stradale con feriti. L’utilitaria che guidava risulta avere una storia di passaggi di proprietà piuttosto intricata sulla quale gli uomini dell’Arma stanno ancora facendo luce.

Nell’area del porto di San Benedetto, invece, si è verificato un altro arresto ai danni di extracomunitari clandestini. Due cittadini tunisini di 23 e 36 anni sono stati fermati dagli uomini dell’equipaggio della Motovedetta dei Carabinieri, i quali hanno scoperto che su di loro pendevano due decreti di espulsione dal territorio nazionale (da parte della procura di Teramo e di quella di Crotone, entrambi risalenti al 2005). Entrambi i tunisini risultano essere pregiudicati e abituati a occultare i propri dati personali sotto una serie di alia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 633 volte, 1 oggi)