SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Venerdì mattina presso la sede del Consorzio Turistico Riviera delle Palme ha avuto luogo un incontro per illustrare il bilancio della stagione turistica 2006 e i programmi futuri per il turismo in Riviera. Presenti all’incontro il presidente del Consorzio Marco Calvaresi, il sindaco di Ascoli Celani, l’assessore al turismo di Ripatransone Bruni e il sindaco di Grottammare Merli. Per il comune di San Benedetto erano presenti gli assessori Sorge e Mozzoni.

Per il presidente del Consorzio la stagione è stata indubbiamente positiva, a dispetto delle molte voci pessimiste che sono circolate in questi giorni. Una su tutte quella di Giorgio Fiori, direttore Provinciale della Confcommercio, che ha lamentato un calo di turisti nelle prime giornate d’agosto a causa del maltempo che avrebbe portato una flessione in negativo dei consumi. Aumentano gli arrivi di stranieri e di italiani (10% in più nel periodo di luglio) che hanno rinunciato ad andare all’estero perché scoraggiati dalla situazione mondiale e c’è stato un miglior lavoro di promozione grazie ad Internet, alle guide diffuse in tutta Italia e soprattutto al passaparola delle persone rimaste soddisfatte dell’ospitalità delle nostre strutture.

Per il presidente Marco Calvaresi: «La stagione turistica 2006 ha visto un flusso turistico sempre costante: questo grazie ad una nuova politica territoriale turistica che punta sulla cooperazione di tutti i comuni, cosa che ha fatto in modo di rilanciare anche Ascoli come città turistica e d’arte grazie a manifestazioni e iniziative nuove, come l’apertura notturna dei musei».

Secondo i dati in possesso del consorzio sono aumentati i turisti stranieri, in particolar modo tedeschi, svizzeri e austriaci; aumentano i turisti provenienti dal nord Italia (3 su 4) che sono venuti a conoscenza della Riviera grazie ad Internet o al passaparola; il punto di forza dell’attrazione turistica rimane sempre il lungomare e il territorio interno nel quale il turista ricerca sagre, eventi e manifestazioni particolari.

Nella prossima stagione il Consorzio ha in mente di istituire un Club di Prodotto, cioè un club che prevede l‘associazione di tutti gli albergatori che usano prodotti enogastronomici locali nella propria cucina; ci sarà poi il progetto “rivierainfiera.it”, cioè la realizzazione di un portale turistico on-line strutturato come una fiera virtuale, in cui tutti i comuni e le organizzazioni locali avranno il loro spazio di promozione; verrà poi creata una Card per accesso ai musei e verranno costituiti vari punti vendita di prodotti tipici del nostro territorio.

C’è soddisfazione per questo nuovo tipo di turismo di cooperazione fra le varie realtà territoriali. L’assessore al turismo del comune di San Benedetto, Mozzoni, ha affermato :«Questa idea della concertazione turistica, che io ho difeso in consiglio comunale, è necessaria per evitare un eccesso di spese e di proposte che non porta da nessuna parte. Sarebbe molto meglio creare un paniere turistico che riunisca tutte le attrattive della nostra zona per essere meglio rappresentati anche nelle fiere specialistiche come il BIT».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 580 volte, 1 oggi)