SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Avevo deciso di prendermi una pausa di riflessione. Dopo un’annata tribolata volevo stare fermo; avevo le pile letteralmente scariche. L’insistenza del presidente però, alla fine mi ha convinto. Già da tempo gli avevo promesso che se un giorno avesse avuto bisogno di me l’avrei accontentato».
Tiziano Manfrin torna in sella. Rifiutato il contratto propostogli dalla famiglia Tormenti nelle settimane passate – alla guida del settore giovanile della Samb Calcio gli è subentrato Gianni Carboni – ha ceduto alle avances di Amedeo Pignotti, patron del Grottammare Calcio e nelle ultime ore ha accettato l’incarico di nuovo responsabile del settore giovanile biancazzurro.
Lavorerà con uno staff tecnico che nei prossimi giorni verrà definito con precisione – potrebbe esserci qualche novità rispetto al recente passato. In ogni caso Manfrin giura che : «In linea di massima non stravolgeremo un’equipe che lavora insieme da tempo. Darò semplicemente una mano a far sì che la prima squadra possa sempre più attingere dalle formazioni giovanili. Questo è l’obiettivo del Grottammare, una società che da sempre tiene in grossa considerazione il proprio vivaio».
L’intesa con Pignotti, che dopo un’estate all’insegna dell’incertezza è ripartito con più entusiasmo di prima, «è arrivata nel giro di poco – spiega Manfrin – Il presidente mi aveva già contatto da alcune settimane, poi il colloquio definitivo è avvenuto due giorni fa. Ripeto: mi ha convinto a lasciare da parte l’abbattimento che ho avvertito dopo un’annata turbolenta come quella vissuta alla Samb».
Per Manfrin all’orizzonte un bel lavoro; sono otto infatti le squadre giovanili biancazzurre: la Juniores, gli Allievi, i Giovanissimi, tre degli Esordienti e due dei Pulcini, oltre naturalmente alla scuola calcio.
ULTIMI COLPI DI MERCATO? E a pochi giorni dall’esordio per i ragazzi di mister Amaolo nella gara di Coppa Italia, in programma domenica 3 settembre allo stadio Pirani – avversari i “cugini” del Centobuchi – potrebbero esserci delle importanti novità in sede di mercato. Sul taccuino del diesse Aniello ci sono un attaccante (svincolato?) e un difensore.
Segnaliamo infine che l’ex terzino della Fermana Ligniti (’89) verrà contrattualizzato (gli è stato proposto un biennale); ancora in sospeso la posizione del portiere Domanico, per il quale le riserve veranno sciolte entro le prossime ore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 959 volte, 1 oggi)