Settembre: è tempo di bilanci per la stagione turistica martinsicurese del 2006. Partita in sordina per le condizioni meteo della prima parte di giugno, ha recuperato via via il suo pieno regime, fino a confermare il tutto esaurito degli anni precedenti per i mesi di luglio ed agosto.
Gli operatori turistici, titolari di campeggi, hotels, bread and breakfast ed agenzie immobiliari, ma anche i gestori di servizi ristorativi dichiarano il successo.
Tra i punti di forza della strategia turistica cittadina sicuramente quella del contenimento dei prezzi, sensibilmente più bassi rispetto a quelli applicati in genere dagli operatori dei comuni limitrofi, come Alba Adriatica e San Benedetto del Tronto.
Come confermatoci dal signor Roberto Raschiatore, dell’Hotel Residence Paradiso di Villa Rosa di Martinsicuro, un altro elemento fondamentale per pianificare una stagione turistica positiva è quello di fidelizzare i clienti: “In questo ci fornisce un contributo essenziale la nostra cuoca: soprattutto gli ospiti tedeschi e più in generale quelli stranieri adorano la nostra cucina semplice e curata. Ci sono famiglie che riconfermano la loro prenotazione a gennaio da oltre trent’anni, e passano il testimone ai figli. Questo tipo di clientela è determinante per il nostro lavoro”.
Inoltre le statistiche dimostrano come il web non sia il futuro del turismo, ma già il presente: le principali strutture ricettive martinsicuresi si sono dotate di siti internet che non offrono solo una vetrina mondiale per l’hotel o il campeggio, ma sono pienamente operativi, in quanto consentono di ottenere informazioni sui prezzi, sulle disponibilità e di prenotare la propria vacanza. La stessa Associazione degli Operatori Turistici di Martinsicuro e Villa Rosa ha realizzato da questo anno un portale su internet per coordinare le attività di promozione turistica cittadine.
Sul piano amministrativo, i prestigiosi riconoscimenti conseguiti dalla città per le proprie politiche ambientaliste hanno sicuramente arricchito il carnet dell’offerta turistica: infatti l’assegnazione della Bandiera Blu del FEE ha garantito un’ampia pubblicizzazione della spiaggia cittadina, soprattutto in contrasto con i paesi limitrofi, molti dei quali non sono riusciti a confermare i parametri qualitativi per l’assegnazione della Blue Flag 2006.
Inoltre, da qualche anno la città è presente sulla Guida Blu del Touring Club Italiano, destinata a raccogliere le località balneari che hanno garantito il rispetto di particolari parametri inerenti la qualità della vita, il rispetto dell’ambiente e la tutela delle acque costiere.
Tuttavia non sono mancati i nei: l’erosione costiera rimane una grande problematica cittadina tuttora irrisolta, che rischia di compromettere nei prossimi anni la vocazione turistica martinsicurese.
Questa stagione ha visto inoltre la deturpazione di un ulteriore tratto di spiaggia di considerevole vastità, occupato dai tubi ciclopici destinati ad essere sommersi per costituire l’opera destinata a garantire il processo di ripascimento costiero. Dopo la distruzione della vegetazione protetta a causa della collocazione dei materiali di scavo, i lavori si sono interrotti e l’area, sottoposta a sequestro, è ancora invasa da scavatrici e materiale ferroso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 302 volte, 1 oggi)