MONTEPRANDONE – Nella giornata di venerdì 25 agosto si è svolto un importante incontro tra l’Amministrazione Comunale di Monteprandone e i Gestori di Telefonia Mobile per evitare le installazioni selvagge che di recente hanno provocato non poche proteste dai parti dei cittadini.
All’incontro erano presenti oltre al Sindaco Menzietti, il vice Sindaco Bordoni, il consigliere delegato all’ambiente Malavolta, il consigliere Gabrielli (come rappresentante del comitato spontaneo di via Alfieri), i rappresentanti di Telecom Italia e Vodafone; assenti il responsabile incaricato di Wind e 3 (H3g). Inoltre come supporto tecnico dell’Amministrazione vi era il prof. De Leo dell’Università Politecnica delle Marche.
La condizione principale posta dall’Amministrazione è quella di ricevere una preventiva consultazione nel momento in cui il gestore ha la necessità di installare un nuovo impianto di ricezione, in modo da poter individuare il sito più idoneo (possibilmente comunale) che soddisfi le esigenze tecniche del gestore e soprattutto dei cittadini.
Una seconda condizione che i gestori dovrebbero rispettare riguarda la mimetizzazione degli impianti, che non risolve il problema dell’emissione delle onde elettromagnetiche ma almeno avrebbe un minor impatto a livello psicologico a chi se la trova davanti agli occhi ogni giorno.
Come terza condizione l’amministrazione ha chiesto ai gestori di presentare appena possibile un piano quadriennale per ciò che riguarda le nuove installazioni e l’eventuale delocalizzazione di quelle antenne che potrebbero creare maggiori disagi per i cittadini. Questo piano sarà incentrato nella ricerca di siti idonei per l’installazione delle stazioni radio mobili privilegiando, in primo luogo, i siti comunali.
Al termine della dichiarazione dell’Amministrazione i due gestori presenti (Telecom Italia e Vodafonenda) hanno espresso il loro parere favorevole per ciò che riguarda le prime due condizioni e cioè una preventiva informazione prima di installare un nuovo apparecchio e la mimetizzazione degli stessi.
Per quanto riguarda la stipula del piano quadriennale, entrambi i rappresentanti dei gestori hanno affermato che per le loro aziende è possibile fornire una indicazione per un periodo che non è superiore ai 18 mesi.
A margine dell’incontro Telecom Italia ha comunicato che è in preventivo l’installazione di due antenne, una a Centobuchi e l’altra a Monteprandone; mentre Vodafone dovrà installare un’antenna a Monteprandone e, cosa molto importante, si è resa disponibile a delocalizzare l’impianto di via Alfieri trovando un sito comunale vicino e consono alle esigenze.
Alla fine dell’incontro le parti interessate si sono lasciate con l’Amministrazione che si sarebbe impegnata a fornire ai gestori un elenco di siti comunali (avvalendosi della preziosa collaborazione del prof. De Leo) sui quali, potenzialmente, poter installare le antenne, ma qualora tali siti non soddisferanno le esigenze tecniche del gestore quest’ultimo sarà libero di individuare la migliore posizione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 695 volte, 1 oggi)