GROTTAMMARE – Dopo Marco Iampieri e Giordano Napolano il Grottammare di Amedeo Pignotti piazza un altro colpo da novanta, un lusso per la serie D. Stiamo parlando di Roberto Maffucci, attaccante classe 1984, l’anno passato al Foggia – sua città natale – ma cresciuto calciticamente nelle giovanili della Reggina.
Maffucci, considerato fino a qualche anno fa uno degli enfant prodige del calcio nostrano – tanto per intenderci: nel 2002, in Coppa Italia (quarti di finale), allo stadio Delle Alpi di Torino, contro la Juve, con la maglia amaranto segnò il gol che valse la vittoria di misura (ma non la qualificazione) ai calabresi – coi satanelli ha collezionato appena sei gettoni. Fra le esperienze precedenti quelle con Chieti e Pistoiese, tutte esperienza a dire il vero, piuttosto deludenti. In soldoni: poche presenze, dunque scarse possibilità di mettersi in mostra.
L’attaccante pugliese, svincolato, ha deciso di accettare la proposta del Grottammare, col quale firmerà per una stagione. Maffucci insomma vuole rilanciarsi e per farlo ha scelto la serie D. In riva all’Adriatico potrebbe realmente costruire il suo riscatto.
E l’affare Maffucci a questo punto preclude il tesseramento di Marco Agatino Alberio; la punta siciliana, che era arrivata in prova alla corte di mister Amaolo lo scorso 10 agosto, era subito tornato nell’Isola, in virtù dell’infortunio alla caviglia rimediato nel corso dell’amichevole contro il San Nicolò.
E sempre per quel che concerne il mercato, il diesse Pino Aniello precisa che «prossimamente potrebbe arrivare un altro attaccante svincolato. Valuteremo con calma se dover rinforzare pure gli altri reparti. Inoltre in settimana dovremo decidere se contrattualizzare o meno il portiere Domanico. Possibili infine delle operazioni in uscita».
CONTINUAMO LE AMICHEVOLI PRECAMPIONATO Sabato scorso ennesimo test in vista della nuova stagione per il Grottammare, che al Pirani ha battuto 2-1 il Montegiorgio. Confortanti i segnali di progresso mostrati dalla compagine biancazzurra, che ha giovato degli innesti di Iampieri – molto duttile l’ex Giulianova, che nella prima frazione ha agito da centrale, mentre nella ripresa si è spostato sulla fascia – e Napolano. L’ex San Marino ha subito timbrato il cartellino aprendo le marcature. Di Cozzi il gol ospite, mentre Puglia ha firmato il successo per l’undici di Daniele Amaolo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.070 volte, 1 oggi)