ACQUAVIVA PICENA – Tra gli ultimi appuntamenti di “Acquaviva nei Fumetti” giovedì 24 agosto, grande consenso ha ricevuto la proiezione del film, in anteprima regionale, “Non vi sedete troppo”, una produzione Peracotta (connubio tra Opera Eventi ed il trio cabarettistico “La Ricotta”), con la regia di Giampiero Francese, primo lungometraggio girato tutto in digitale.

Non è facile e non sempre riesce il passaggio al cinema per artisti provenienti dal cabaret, ma per La Ricotta è stata un’esperienza riuscitissima, forse perché i componenti del trio vengono anche dal teatro e da lunghe esperienze nel settore dello spettacolo.

Antonio e Peppino Centola e Mario Ierace iniziano circa 20 anni fa tra amici così per gioco, e vanno avanti con le proprie attività personali, considerando il cabaret un hobby divertente, fino al 2000 quando, dopo aver vinto l’edizione di quell’anno di “Cabaret Amoremio!” a Grottammare, decidono di diventare artisti professionisti e lasciano il lavoro per dedicarsi completamente alla loro passione. La sfida maggiore è la decisione di restare in Lucania, loro regione, e di non trasferirsi nel nord dove questo tipo di spettacolo ha maggiori possibilità di ottenere successi.

Il cabaret che fanno è molto teatrale e intelligente, sono tutte  produzioni dello stesso  trio, che appunto nascono prima come pezzi teatrali, ed è per questo che il loro primo film, presentato giovedì sera nella bella terrazza dell’Hotel Abbadetta, ha mostrato di essere un’operazione riuscita.

Il film, in chiave comica e poetica, insomma il tanto nobile “riso amaro”, pone l’accento sulla territorilalità e sulle tematiche che convivono in una piccola regione del sud con tutti gli attuali problemi di spopolamento, mancanza di lavoro e la malinconia, mai rassegnazione, di coloro che, come lo stesso trio, decidono di non abbandonare la propria terra.

Tra le varie produzioni teatrali del gruppo, che sta partecipando a numerosi festival di cabaret in tutta l’Italia e ad alcuni programmi TV, gli spettacoli: “Rocky e i suoi fratelli”, “Salviamo la faccia”, “Il pesce puzza dalla testa”; tutte le produzioni di teatro e cabaret pongono l’accento su aspetti della realtà quotidiana.

Alla serata erano presenti due degli attori protagonisti, Antonio Centola e Mario Ierace.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 715 volte, 1 oggi)