SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dal 25 al 28 agosto ultimo appuntamento dell’estate 2006 con “L’Antico e le Palme”, gran mercato dell’antico organizzato da Brandozzi A&C, che gestisce l’evento dal 1994. Circa 260 espositori, tra i quali i più qualificati operatori del settore antiquario e collezionistico esporranno per gli appassionati di oggetti del passato tra i gazebo bianchi nell’isola pedonale di S.Benedetto in un percorso di un chilometro. I visitatori potranno godere fino a tarda notte di argenti del ‘900, mobili del ‘700 e ‘800, biancheria, stampe, gioielli, maioliche, bicchieri libri e molto altro, cercando di scovare l’oggetto cercato.

L’organizzatore Gianni Brandozzi, che gestisce altri eventi del genere e mostre importanti in varie città d’Italia (l’ultima mostra al Vittoriano a Roma  “Antica Cartografia d’Italia”, con la sua collezione personale dal Cinquecento al Risorgimento), anticipa che dal prossimo anno l’esposizione farà un salto di qualità diventando nazionale con il finanziamento di privati e di enti pubblici. Si tratta di un progetto importante che prevede 80 milioni di contatti pubblicitari con la presenza di antiquari provenienti da tutto il territorio nazionale con l’opportunità di esporre all’aperto durante  l’estate per un periodo lungo, che potrà anche rappresentare una vacanza per gli stessi antiquari, sarà un evento della riviera e verrà dato più spazio agli appuntamenti culturali.

L’antiquariato non è solo un’operazione commerciale ma rappresenta un collegamento con il passato e con le nostre memorie, per questo ha un’importanza culturale di rilievo che è necessario recuperare.  L’organizzatore G.Brandozzi spiega che attualmente esiste una grande disaffezione per l’antiquariato, i vecchi collezionisti vanno ormai scomparendo e manca il dovuto ricambio generazionale; pertanto il nuovo progetto ha anche la finalità di creare una riqualificazione del settore ed un maggiore seguito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 626 volte, 1 oggi)