SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rientrerà a breve l’allarme per l’improvviso taglio di sei posti letto al reparto di Cardiologia dell’ospedale civile di San Benedetto. Lo garantisce Cittadinanzattiva, che in nota informa che «lunedì 28 agosto verranno riaperte le due stanze di cardiologia. Abbiamo ricevuto assicurazioni in tal senso».

L’associazione rivendica il suo ruolo di tutela dei cittadini: «Non la consideriamo una “vittoria”, ma il risultato positivo di una segnalazione obiettiva a tutela dei cittadini. Questo è il compito di Cittadinanzattiva-Tribunale per il Malato: evidenziare le problematiche, liberi da qualsiasi condizionamento, con la volontà di risolverle, mettendoci a disposizione nella ricerca delle soluzioni».

Cittadinanzattiva esprime l’auspicio che problemi eclatanti come quello del taglio dei posti-letto a Cardiologia non si ripetano più: «Ci auguriamo che scelte autolesionistiche, come quella di privare un reparto di ben sei posti letto, che potrebbero essere il prologo di evoluzioni ancora più negative, non si ripetano e saremo vigili perché ciò non accada. Il nostro motto è “fare i cittadini è il modo migliore di esserlo” e ciò risiede nell’esercitare poteri e responsabilità nelle politiche pubbliche per la cura dei beni comuni».

L’associazione chiede una netta inversione di tendenza per l’ospedale di San Benedetto: «L’Ospedale è un patrimonio imprescindibile, San Benedetto e il suo hinterland, con circa 100.000 abitanti, ne hanno bisogno d’inverno e, ancor più d’estate; non solo va preservato, ma va potenziato e portato al massimo della professionalità e dell´efficienza, evitando che chiunque possa intervenire, strumentalizzando, a qualsiasi titolo, un problema che riguarda la salute pubblica».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte, 1 oggi)