SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Metti una fresca serata di fine agosto. Mettici almeno duemila persone, compreso un certo Ferruccio Zoboletti. E mettici la nuova Samb.
Eccola: diciotto elementi. Dal portiere Consigli a Davide Desideri – pare insomma che per la firma dell’ex Saluzzo siamo agli sgoccioli – sfilano sul palco allestito per l’occasione in piazza Matteotti. Poca roba, si dirà. «Manca qualche elemento», ammetterà il diesse – anche per lui: ma è ufficiale? – Peppino Pavone. D’accordo. Nota a margine: mancheranno pure Maurizio Compagnoni, il giornalista designato in un primo momento come presentatore della serata – ben “sostituito” da Luca Sestili e Raffaele Palanca – e il sindaco Giovanni Gaspari. Pazienza.
Mettiamoci allora le parole della famiglia Tormenti. Marcello quasi non riesce a parlare, balbetta pensieri, tenta di esprimersi, fa a pugni con il proprio autocontrollo. Il succo? «Sono molto, molto emozionato. Volevo preparare un discorso, ma preferisco dare voce al mio cuore. Io e i miei tre fratelli ci siamo gettati in questa nuova avventura con grande entusiasmo. Cercheremo di imparare dagli errori commesi nel passato, c’è un progetto per arrivare a un certo risultato. Stiamo dando tutti noi stessi per la Samb, lavorando sodo. Vi ringraziamo per il calore e l’affetto che ci state dimostrando. Siete grandi. Sono orgoglioso di rappresentare il blasone della Samb, la squadra del mio cuore». Più tardi: «Venite allo stadio, questi ragazzi hanno bisogno di voi, hanno bisogno del vostro “Forza Samb”! Ho ancora negli occhi la curva dell’anno scorso contro il Lumezzane. Ho pianto». Sincero.
Sentite Giovanni, il presidente. Per dire: l’opposto di “ciclone” Gaucci. «Anch’io sono molto emozionato. Siete in tanti e si vede che state apprezzando il lavoro che stiamo facendo. Cercheremo di fare il massimo per regalare le soddisfazioni che la piazza merita. Per il resto, credo che state parlando voi per me». Sintetico.
Insieme a loro, si è presentato al pubblico rossoblu l’intero staff tecnico, oltre al citato Pavone, il diggì Claudio Molinari – «La Samb mi è rimasta nel cuore, sono stato lontano 18 mesi; ho sofferto e sono tornato con grande piacere. Credo che coi Tormenti ci sia la possibilità di fare bene come nella precedente occasione» – il team manager Francesco Chimenti, che ha riscosso gli applausi più convinti e si è meritato un coro da stadio che non ti dico, e mister Calori.
«Sarà una bella esperienza in una piazza come quella di San Benedetto – ha esordito l’ex Triestina – E’ un impegno che mi inorgoglisce, specialmente vedendo tutta questa gente che spero di non deludere. Il girone B? Fa lo stesso. Si gioca in 11 come nella divisione A. Magari è più difficile, ma anche più stimolante».
E dei giocatori? Non parla nessuno? Tocca a Davide Giorgino, capitano nelle prime uscite precampionato. Infatti: «Già dalle amichevoli disputate nelle ultime settimane ho avuto modo di constatare che i tifosi ci sono molto vicini. Mi avevano parlato bene di questa piazza. Non promettiamo risultati, ma il massimo impegno».
Per finire: la nuova maglia griffata Diadora, data in “pasto” alla gente di fede rossoblu. Niente a che fare con quella vista nel corso delle sgambate ferragostane. Tutto al suo posto: quarti rossoblu e Lancetta in bella vista. Giù applausi. La maglia è sempre la maglia.
COMUNI DEL COMPRENSORIO Hanno presenziato all’evento, oltre all’assessore al Turismo di San Benedetto Domenico Mozzoni e all’assessore allo Sport Eldo Fanini, anche l’amministrazione di Acquaviva, nelle vesti dell’assessore Andrea Infriccioli, e quella di Monteprandone, col vicesindaco Adriano Bordoni, i quali hanno avuto belle parole per la Samb, i Tormenti e i tifosi. Il tutto a dimostrazione che la famiglia Tormenti intende radicare nel comprensorio l’amore e la passione per i colori rossoblu.
GADGET E ABBONAMENTI Prima, durante e dopo la presentazione della squadra i tifosi, oltre ad essere omaggiati con dei gadget dello sponsor tecnico Diadora, hanno potuto prenotare gli abbonamenti per la stagione sportiva al via il prossimo 3 settembre.
Cliccando sulla sezione Multimedia (in alto a destra) è possibile vedere la Fotogallery a cura di Peppino Troiani

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.936 volte, 1 oggi)