TOKIO – «Con una punta di presunzione ma anche di orgoglio, ci piace pensare che l’aver respirato un po’ di buona aria rivierasca marchigiana durante la preparazione al Campionato del Mondo di Basket, possa essere stato un ottimo carburante per i nostri campioni della Nazionale, impegnati in Giappone».
Così l’assessore al Turismo della Regione Marche, Luciano Agostini, commentando i recenti successi della Nazionale a Sapporo, che l’hanno portata alla vigilia degli ottavi di finale tra Italia e Lituania, in programma a Saitama City, domani alle 13, le 6 in Italia.
La Nazionale di Basket, come è noto, si è legata alle Marche con un accordo siglato dalla Regione – Assessorato al Turismo che ha dato vita a Casa Italia Basketball le squadre nazionali maggiori e juniores, maschili e femminili, sono ospitate a Porto San Giorgio e in altre località dei dintorni, dove si svolgono tornei internazionali nel corso dell’anno. La Regione Marche promuoverà la sua immagine turistica e gli aspetti più qualificanti, attraverso il prestigio della Nazionale di Recalcati, Meneghin e di Luca Garri che ha esordito in Nazionale proprio a Porto San Giorgio.
«Il Progetto “Casa Italia Basketball” – ha aggiunto Agostini – rappresenta una validissima opportunità di rilancio di una regione che spesso è troppo “timida” nell’evidenziare le tante eccellenze che le appartengono. La Pallacanestro sarà un’altra delle eccellenze perchè resta ancora un bell’esempio di sport sano per i giovani. “Marche pulite come il Basket” si potrebbe dire, per coniare un nuovo slogan».
In virtù dell’accordo la Regione Marche ha realizzato una campagna promo-pubblicitaria che seguirà la Nazionale in tutte le manifestazioni a cui parteciperà. Gli atleti, infatti, sono accompagnati da materiale informativo, fotografico e pubblicitario dove spicca “Voglia di Marche” sopra un pallone da basket e la foto della squadra.
Un’occasione preziosa per parlare di Marche e della sua ospitalità è proprio il Mondiale di Tokio, dove Mimmo Cacciuni, responsabile dell’Ufficio Stampa della Nazionale, raggiunto al telefono, ha riferito che molti giornalisti si sono interessati allo svolgimento della preparazione tecnica della squadra. Il ct Recalcati ha sottolineato il clima di serenità e di affetto “respirato” nei vari comuni marchigiani – da Porto San Giorgio a San Benedetto del Tronto, da Civitanova a Fermo – che ha circondato la squadra quando, tra gli altri, si è giocato ad agosto un incontro strategico per i Mondiali: Italia –Cina. Con la Lituania, invece, l’Italia ha già giocato contro 22 volte dal 1937. La partita più importante in tempi moderni è stata la semifinale nei Giochi Olimpici di Atene nel 2004. Era il 27 Agosto e l’Italia vinse 100-91.
«Volevamo onorare il Mondiale – ha detto Carlo Recalcati – e ci siamo riusciti. Siamo tra le prime sedici squadre del mondo. Ma in campo domani andremo per vincere».
«Credo – ha quindi concluso l’assessore Agostini- che si siano instaurate con il meglio della Pallacanestro italiana, non solo una bella collaborazione, ma un’energia positiva reciproca: le Marche si affermano nel panorama nazionale con dati più che positivi nel flusso turistico da gennaio a luglio; la Nazionale di Basket viaggia su binari ad alta velocità. Un trend vantaggioso per tutti che deve proseguire. Questo è anche l’affettuoso e sentito in bocca al lupo da tutti i marchigiani a questa Italia che continua ad alimentare i nostri sogni mondiali».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 535 volte, 1 oggi)