SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’assessore alla Sanità Loredana Emili ancora nel mirino del centrodestra. Già oggetto delle ‘attenzioni’ del consigliere di Forza Italia, Bruno Gabrielli, per il contributo elargito dall’Amministrazione comunale alla Confesercenti per lo svolgimento del campionato europeo di beach soccer, l’esponente della Giunta è oggi al centro di una polemica innescata dal capogruppo consiliare della DC-PSI, Paolo Forlì.

«Viste le giuste preoccupazioni – afferma il consigliere – per la situazione che si è venuta a creare riguardo l’emergenza posti letto nel reparto di cardiologia presso il nostro ospedale, chiedo al sindaco quale posizione vuole assumere l’amministrazione in merito a questa vicenda e se non ritiene, altresì, che l’assessore alle politiche sanitarie, che è contestualmente dipendente Asl, non rappresenti una anomalia poiché rappresentante, allo stesso tempo, di ASL e Comune di San Benedetto, comune capofila del tavolo dell’ambito 21 che tratta di tematiche socio-sanitarie».

Forlì annuncia un’imminente interrogazione per conoscere l’esatta posizione dell’assessore Emili all’interno della Azienda sanitaria e aggiunge: «Di fronte a situazioni come questa, è innegabile che si producano imbarazzi quando si è allo stesso tempo controllori e controllati. A meno che non si voglia tornare al tempo dei sindaco Cameli che, come primo cittadino e direttore Asl, si scriveva e si rispondeva da solo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 727 volte, 1 oggi)