SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ un’impresa da Guinness dei Primati. E’ la traversata del Canale di Sicilia in kayak.
A compierla Mirko Fazzini, l’atleta Lega Navale Italiana di San Benedetto. Trentasette ore e 30 minuti per percorrere 118 miglia marine con 92400 pagaiate, consumando in totale 10000 calorie e perdendo poi alla fine soltanto 1 chilo e 200 grammi.
Questi i numeri di un’impresa che, come detto, ha dell’incredibile. Fazzini, che ha consegnato una lettera di saluti del nostro Primo Cittadino ai Sindaci di Mazara del Vallo e di Sidi Bou Said, tappe finali quelle del mitico attraversamento, ha dichiarato: «Il Canale di Sicilia è un mare irto di pericoli. Ho avuto paura e mi sono sentito piccolo dinanzi alla sua immensità».
L’atleta è stato seguito prima e durante il “passaggio” dall’Italia all’Africa in kayak dallo staff medico composto da Paolo De Cristoforo, nutrizionista della U.S.L. di Giulianova e Bajù Khanchandani, il famoso chiropratico indiano con studio in città ed ha avuto sempre la fattiva collaborazione della Lega locale presieduta da Stefano Oriente e di quella di Mazara con a capo Antonio Lanza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 559 volte, 1 oggi)