RIPATRANSONE – Vittorio De Seta centro della terza serata del festival Cortoperscelta, giunto quest’anno alla quarta edizione. Si inizierà “Contadini del mare”  documentario del 1954 incentrato sulla pesca dei tonni in Sicilia, la cui proiezione è stata resa possibile grazie alla collaborazione con la Filmoteca Regionale Siciliana

Un rituale si ripete sempre uguale, anno dopo anno, senza subire il mutare del tempo: al largo delle coste siciliane c’è fermento nell’aspettare l’arrivo dei tonni, che da sempre seguono la stessa rotta. Gli uomini incitano, gridano, strepitano, organizzano il quadrato delle barche. Chi fuma, chi riposa, chi ripara una rete. Un sguardo privilegiato sui momenti che precedono la mattanza e su quelli cruciali e frenetici della pesca.

Quello su De Seta, granda analista e documentarista del percorso italiano da una civiltà contadina ad una industriale, è il secondo omaggio che Cortoperscelta fa al regista, e che continueranno anche nelle altre serate. De Seta sarà anche presente al Festival di Venezia con “Lettere dal Sahara”, lavoro dedicato alle peregrinazioni di un immigrato africano che percorre l’Italia dal sud al nord.

Alla serata saranno presenti il Sindaco di Ripatransone Paolo D’Erasmo e l’Assessore alla Cultura Remo Bruni, che hanno dichiarato: «Il connubio tra Ripatransone e CortoperScelta si rinnova per il secondo anno. Notiamo con piacere che questa manifestazione sta crescendo, acquisendo notevole spessore nel panorama cinematografico italiano. L’offerta che propone è tra le più varie e articolate: tre sezioni competitive, ed eventi collaterali che toccano sia gli aspetti storici che quelli più sperimentali della settima arte, senza mai dimenticare la valorizzazione del cinema delle Marche.»

Ideato dall’Associazione “Arancia Meccanica” e dal direttore artistico Dante Albanesi, CortoperScelta prosegue fino a domenica 27 agosto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 376 volte, 1 oggi)