SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è tenuto ieri 17 Agosto, presso la festa di Liberazione che si tiene alla pinetina del lungomare, il dibattito “Tra Congestione del traffico e mobilità sostenibile”, coordinato dal capogruppo di Rifondazione Comunista Daniele Primavera e al quale hanno partecipato l’Assessore Provinciale Ubaldo Maroni e l’Assessore Settimio Capriotti. Nel corso dell’incontro, che ha trattato diversi aspetti della problematica viabilità sambenedettese, è emersa una piena sintonia tra il gruppo consiliare di Rifondazione, l’amministrazione comunale sambenedettese e l’amministrazione provinciale sulle priorità per il nostro territorio.

La soluzione dell’arretramento appare oggi irrealizzabile in tempo utile e comunque eccessivamente onerosa; gli assessori hanno indicato la necessità di completare la irconvallazione sambenedettese, in un tragitto che congiunga direttamente la sopraelevata di Porto d’Ascoli con l’incompiuta di S. Lucia, arrivi fino alla zona industriale di Acquaviva e prosegua, attraverso un percorso da definire, fino al casello autostradale di Grottammare. Entrambi gli assessori, ad ogni modo, hanno espresso la ferma convinzione che i problemi di mobilità costiera debbano risolversi attraverso un cambiamento anche culturale; in questo senso, si è parlato della prossima attuazione di misure che renderanno i mezzi pubblici maggiormente fruibili, e di interventi mirati alla realizzazione del fondamentale progetto di Metropolitana di superficie.

Maroni ha rassicurato sulla disponibilità dei fondi che erano stati accantonati per il sottopasso di Via Pasubio, opera fondamentale per sviluppare il progetto; Capriotti ha indicato come prioritario lo sviluppo di nuove piste ciclabili e, compatibilmente con gli spazi a disposizione, ha auspicato la creazione di corsie preferenziali per i mezzi a disposizione del pubblico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 283 volte, 1 oggi)