SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il fenomeno dei furti in appartamento non conosce sosta in Riviera. Dopo aver fermato nei giorni scorsi due donne che stavano per introdursi in un’abitazione del centro, una volante della Polizia ha arrestato sabato pomeriggio due ragazze rom di 15 e 16 anni proprio mentre forzavano le porte di due appartamenti in via Ristori, a Porto d’Ascoli.
Gli agenti del Commissariato di San Benedetto sono intervenuti in seguito ad una segnalazione giunta al 113, che rilevava come le due giovani stessero guardando in modo sospetto alcuni appartamenti.
I poliziotti, arrivati sul posto, hanno sorpreso le ragazzine intente a forzare con due grossi cacciaviti i portoni d’ingresso di due appartamenti: divelta la serratura, stavano ormai per entrare nelle abitazioni.
Le giovani ladre sono state bloccate e accompagnate in Questura: dopo una lunga serie di accertamenti, tra cui gli esami radiografici per risalire alla loro età, gli uomini del Commissariato sono riusciti ad identificarle. Si trattava di due rom di origine croate, dell’età di 15 e 16 anni. Dai controlli effettuati è risultato, inoltre, che le due avevano un’interminabile lista di reati alle spalle, con decine di furti commessi tra Piemonte, Liguria e Toscana ed Emilia Romagna. In passato le ragazze erano già finite in manette.
Altra circostanza inquietante, lo stato interessante dichiarato dalla più giovane delle due, poi confermato dagli esami clinici.
Informata la Procura dei Minori di Ancona, le due giovani croate sono state arrestate e condotte in un centro di prima accoglienza per minori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 403 volte, 1 oggi)