SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Samb di mister Calori è in viaggio verso Tolentino – dove domani sera (fischio d’inizio alle 20.45) sfideranno i padroni di casa – dopo aver svolto, in mattinata, l’ultimo allenamento nel ritiro di Sant’Agata Feltria (assenti Perugini, Angeletti e Chiurato, tutti acciaccati) – quando giunge la notizia dell’inserimento dei rossoblu nel C1/B

La Lega di C è tornata all’antico, tagliando l’Italia in orizzontale: da una parte Toscana, Veneto, Lombardia e Piemonte, oltre al neopromosso Sassuolo; dall’altra marchigiane, campane, abruzzesi, pugliesi, umbre e il duo San Marino-Ravenna. Si parte con una settimana di ritardo, ovvero il 3 settembre. Buon per la Samb, che deve ancora chiedere qualcosina al suo mercato – c’è tempo sino al 31 agosto.  La prossima settimana si annuncia molto importante in tal senso: è attesa la chiusura della trattativa con la Pro Vasto per la punta Daniele Morante e potrebbero arrivare buone nuove dalla Ciociaria, visto che, come pare, il centrocampista Massimiliano Carlini dovrà far sapere se accetterà o meno la proposta avanzata dal sodalizio di Viale dello Sport nelle settimane passate. 

Peppino Pavone, consulente di mercato rossoblu, si lascia andare ad una battuta sull’argomento del giorno: “La Samb nel girone B? Va bene così. Saremo la squadra simpatia”. 

Non ha voglia di scherzare Alessandro Calori, che non si aspettava una simile collocazione nella geografia del calcio di terza serie. “E’ stata una sorpresa, ma ne prendiamo atto. Vorrà dire che dovremo crescere ancora più in fretta. In ogni caso in campo si va in 11 contro 11: gli ambienti più caldi che andremo ad incontrare non ci devono condizionare. Il calcio è organizzazione e motivazioni. Ci debbono essere sia nel girone A che nel girone B”. 

Niente allarmismi quindi per il tecnico aretino, che sposta il tiro: “Dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo fatto sinora, con serietà e sacrificio. Stiamo tentando di forgiare un gruppo solido, con personalità, intenzionato a crescere giorno dopo giorno”.  L’arrivo dell’ex Catania Fabio Fanelli e del difensore scuola Juve Pietro Zammuto contribuiranno a rendere più agevole il compito dell’ex allenatore della Triestina. “Spero di sì, come pure confido nell’arrivo di altri giocatori (il riferimento è soprattutto a Morante, ndr). Chi si unirà a noi dovrà cercare di integrarsi al meglio e allinearsi allo spirito che sto tentando di inculcare ai ragazzi”.  

Nel frattempo andranno prese delle decisioni in merito ai giocatori in prova (Pompei, Spada, Favarin, Desideri). Direttamente dopo la gara di Tolentino? “Vedremo – risponde Calori – Sicuramente il prima possibile. Dobbiamo puntare su un gruppo per la prossima stagione, quindi va fatta l’ennesima scrematura”.

IL PRESIDENTE E’ SERENO All’insegna della tranquillità il commento del presidente rossoblu Gianni Tormenti, che non fa drammi: “Sulla carta il girone B è più ostico, ma il fatto che ci siano piazze importanti e società di nome, sicuramente rappresenterà uno stimolo in più per tutti noi. Inutile star qui a piangerci addosso; del resto in uno dei due gironi dovevamo capitare. Giocare in un campo del Sud o in uno del Nord cambia poco; credo che conterà soprattutto come si prepareranno le partite. La Samb dovrà far leva sulla compattezza del gruppo”.

Segnaliamo che la Samb, dopo la gara allo stadio Della Vittoria di domani sera, beneficerà di due giorni di riposo. La ripresa è prevista per martedì prossimo, a Nereto, in virtù della difficoltà da parte della dirigenza nel reperire appartamenti nella città delle palme per tutti i calciatori in organico. La comitiva agli ordini di mister Calori si tratterà in Abruzzo, all’Hotel Lago Verde, otto giorni.      

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 988 volte, 1 oggi)