Dopo i disagi per l’acquazzone di domenica 13 agosto, oggi, lunedì, il sindaco Gaspari ha riorganizzato il servizio di pronto intervento per i casi di piogge eccessive, in collaborazione con dirigenti e tecnici degli uffici comunali, della Polizia Municipale, della Protezione civile, della Picenambiente e della Multiservizi.
In caso di pioggia sede operativa degli interventi è la centrale della Polizia Municipale, cui dovranno fare immediato riferimento (senza attendere le chiamate dei cittadini) tecnici e operai “reperibili” degli enti citati. In base all’intensità della pioggia il coordinamento degli interventi sarà affidato alla stessa Polizia Municipale o, nei casi più gravi, alla Protezione civile.
Caditoie e collegamenti alla rete fognaria, da qui in avanti, verranno monitorati e puliti sistematicamente. Nei prossimi giorni seguiranno ulteriori incontri tra il sindaco, l’Ato e i responsabili degli stessi uffici comunali, per dare seguito ai lavori sui sottosistemi che dovranno impedire il ripetersi degli allagamenti in caso di pioggia, soprattutto nelle zone più a rischio, come le piazze Garibaldi e San Giovanni e via Calatafimi.
Tra stanotte e stamattina, intanto, la Picenambiente ha provveduto ad una pulizia straordinaria delle spiagge in corrispondenza dei torrenti. Dalla prima mattinata hanno collaborato a questo lavoro gli uomini della Protezione civile, per impedire l’accesso dei turisti alle zone in cui operavano gli automezzi.
Per i disagi di ieri e per il mancato intervento dei “reperibili”, è stato chiesto l’avvio di procedimenti disciplinari. Alla riunione che si è svolta stamattina presso la sala giunta del Comune hanno partecipato, oltre al sindaco, il comandante della Polizia Municipale Pietro D’Angeli, il dirigente del settore Lavori pubblici ing. Mario Laureati, il responsabile comunale della Protezione civile Fausto Mozzoni, l’amministratore delegato della Picenambiente spa Leonardo Collina, il presidente della Multiservizi Salvatore Nico, altri tecnici e personale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 557 volte, 1 oggi)