GROTTAMMARE – Servono almeno due punte. E’ la sintesi, finanche scontata, del triangolare disputato sabato 12 agosto al Pirani di Grottammare, al quale hanno preso parte i padroni di casa, il Tolentino – la coppa è andata proprio ai cremisi – e la Sangiustese. Si dirà: si sapeva anche prima. Esatto. La formazione di Daniele Amaolo ha palesato enormi difficoltà negli ultimi 16 metri; nel corso dei due incontri (di 45 minuti ciascuno) disputati nella serata del Pirani, Del Moro e soci non sono riusciti a pungere. Di più: hanno gettato alle ortiche l’unica, concreta possibilità di bucare la rete avversaria: il calcio di rigore calciato da Ionni nella sfida contro la Sangiustese infatti, si è andato a stampare sulla traversa della porta avversaria.  Riassumendo: i giovani Assenti (prelevato dalla Juniores) e Di Felice (ex Porto d’Ascoli), nonostante tutto l’impegno e la buona volontà, non possono risolvere i problemi in zona gol di un Grottammare orfano di Ludovisi e Di Matteo. ANIELLO DOVRA’ LAVORARE PER L’ATTACCO Organico incompleto dunque. Ne è consapevole il direttore sportivo Pino Aniello“Siamo consci del fatto che l’attacco è il settore bisognoso di maggiori correttivi – commenta Aniello dopo il triangolare del Pirani – Ci muoveremo in questo senso; di tempo in ogni caso ne abbiamo abbastanza. Peccato per l’infortunio occorso ad Alberio. Dovremo rimandarne di una decina di giorni la valutazione”. 

ALBERIO TORNA DOPO IL 20 AGOSTO L’ex Savona infatti, in prova, si è infortunato alla caviglia mercoledì scorso, durante il test giocato dagli uomini di Amaolo contro il San Nicolò, è tornato nella sua Paternò, dove si curerà. La dirigenza biancazzurra conta di riaverlo con sé dopo il 20 agosto.  Tornando al triangolare di sabato scorso, il Grottammare, se da un lato ha confermato le difficoltà in zona gol, dall’altro ha dato segnali rassicuranti per quel che concerne il reparto difensivo: Del Moro e Pulcini hanno dato prova di essere una coppia di centrali piuttosto affidabile; Oddi e Puglia spingono bene lungo le fasce. Bene anche il centrocampo, con Ionni che si sta dimostrando, come previsto, acquisto azzeccato, e Costanzo che sta ripetendo le buone cose fatte vedere l’anno passato. 

DUE SCONFITTE PER I BIANCAZZURRI I padroni di casa, dopo il match tra il Tolentino e la Sangiustese – vittoria cremisi grazie alla rete di Girgenti al 42° – hanno affrontato la formazione di mister Malloni. Sconfitta di misura per i biancazzurri, piegati dal gol di Ledda al 36°, venuto sul ribaltamento di fronte dopo il citato calcio di rigore fallito da Ionni

Amaolo, che ha dovuto fare a meno di Malloni e Pacilio, affaticati, ha schierato i suoi con un 4-4-2 atipico; in avanti infatti, il giovane Assenti è stato supportato dall’ex Benevento Santangelo, nell’inedito ruolo di seconda punta. In mezzo Ionni e Costanzo, con Vinciguerra e Traini a spingere sulle corsie esterne. Dietro il quartetto composto da Oddi, Del Moro, Pulcini e Puglia. In porta Addazzi, praticamente inoperoso. Per il match contro il Tolentino – successo ospite grazie al gol di Rossini (36°) – Amaolo ha effettuato la consueta girandola di sostituzioni, inserendo Marcatili, Pasquini, Liniti, Puma, Di Felice, Simone Traini, Paoletti e Vecchietti. Come nel corso del primo incontro, i biancazzurri hanno fatto vedere discrete cose dal punto di vista del gioco, ma non sono riusciti a concretizzare quanto costruito. “Siamo contenti lo stesso – ha parlato a nome del clan grottammarese il ds Aniello – Nonostante i tanti giovani in squadra e un organico non ancora completo, ci siamo fatti valere. Contro la Sangiustese anzi, avremmo meritato di vincere. Niente paura, siamo per la politica dei piccoli passi in avanti. Continuiamo a lavorare convinti che con due attaccanti questo Grottammare potrà fare un buon campionato”. Segnaliamo che alla premiazione finale sono intervenuti i presidenti delle tre società partecipanti e il consigliere federale Nando Ferretti. L’incasso del triangolare, pari ad 800 euro, come ogni anno sarà devoluto in beneficenza. 

ROMPETE LE RIGHE I biancazzurri godranno ora di tre giorni di riposo. La ripresa è prevista per la giornata di mercoledì. Sabato prossimo infine è stata fissata un’altra amichevole, sempre al Pirani. La dirigenza sta cercando di reperire un avversario. LUTTO Giusto oggi pomeriggio si è spenta la mamma del fisioterapista biancazzurro Giulio Bagalini. Il Grottammare tutto si è stretto al dolore dell’amico e collega. Le redazioni di www.sambenedettoggi.it e Riviera Oggi si uniscono al dolore del clan grottammarese e inviamo le più sentite condoglianze a Bagalini.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 510 volte, 1 oggi)