MONTEPRANDONE – Successo di prestigio (3-2) per il Centobuchi di mister De Amicis che sabato pomeriggio, al cospetto della Primavera del Genoa, guidata dall’ex bandiera rossoblu Vincenzino Torrente, ha davvero ben figurato. Il match, disputato regolarmente allo stadio Comunale – i liguri infatti non hanno voluto giocare sul sintetico del Ciarrocchi di Porto d’Ascoli, sede prescelta alla vigilia dai biancocelesti, dopo le abbondanti piogge cadute nei giorni scorsi – ha divertito il centinaio di sportivi presenti, non fosse altro per i cinque gol che hanno impreziosito una gara combattuta e agonisticamente valida. 

CHE PROGRESSI La squadra di mister De Amicis ha palesato grossi passi in avanti rispetto alle precedenti esibizioni. E se da un lato il blasone dell’avversario ha contribuito ad aumentare le motivazioni di Cardinali e soci, dall’altro è vero pure che i padroni di casa pian piano stanno smaltendo i carichi di lavoro incamerati dall’inizio della preparazione. Fatti salvi i primi 15 minuti, i biancocelesti, schierati nel canonico 4-4-2 – Spina tra i pali, l’ex Grottammare Adamoli, Corradetti Capriotti e Cameli a comporre la linea difensiva; in mezzo Cipollini, Cesani, Porcu e De Angelis; coppia d’attacco Galli-Cardinali – hanno sempre guidato le operazioni.  Un bel pallonetto del solito Cardinali, al 32°, portava la banda De Amicis in vantaggio. Raddoppio al 58° grazie al rigore trasformato da Giorgio Galli. Gli ospiti accorciavano le distanze al 64’ con Bruno, sempre dagli 11 metri. All’85° Alex Corradetti blindava la vittoria. Inutile il secondo gol rossoblu di Borghese, al 91°. 

MENZIETTI SODDISFATTO “Un buon test, certamente molto più attendibile rispetto ai match che abbiamo giocato in precedenza – ha commentato a fine gara il diesse biancoceleste Gabriele Menzietti – Indubbio il valore degli avversari che in alcuni frangenti si sono dimostrati più avanti a livello di preparazione. Quanto a noi le gambe stanno cominciando a rispondere meglio. I progressi compiuti credo siano tangibili. Speriamo di continuare così, anche se lo slittamento di Coppa Italia (al 3 settembre, ndr) e del campionato (17 settembre, ndr), da questo punto di vista ci complica un po’ i piani; non sarà facile tenere a bada i ragazzi, che non vedono l’ora di giocare per i 3 punti”. Sabato infine, dopo la partita con la Primavera genoana, il tecnico De Amicis ha dato il rompete le righe: Porcu e soci riprenderanno a sudare mercoledì mattina. 

MERCATO: TESSERATO SGOLASTRA Intanto la dirigenza del Centobuchi ha sciolto le riserve in merito al tesseramento del giovane centrocampista ex Fermana Sgolastra

E a proposito di giovani i biancocelesti debbono risolvere la questione legata al portiere. Capriotti infatti la settimana scorsa ha dovuto fare ritorno all’Ascoli, società detentrice del cartellino; Menzietti è ora alla ricerca di un classe ’88 che faccia al caso della formazione allenata da mister De Amicis.  

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 653 volte, 1 oggi)