PIEVE SANTO STEFANO – “Sono meno soddisfatto delle precedenti esibizioni”. Così Alessandro Calori dopo la quarta amichevole precampionato della sua Samb, disputata nel pomeriggio odierno contro il Sansovino (C2) degli ex rossoblu Zacchei, Quondamatteo e Camillucci, a Pieve Santo Stefano, sede del ritiro dei toscani.
Successo in rimonta, come era accaduto giovedì scorso al cospetto del Verucchio: i gol di Visone e Iovine in risposta a quello di Burzigotti.
“Forse sarà colpa del duro lavoro effettuato stamattina – ha proseguito il tecnico aretino – ma cercavo risposte che non ho avuto. Nel primo tempo ci siamo fatti sorprendere, nella ripresa abbiamo fatto meglio, ma in generale credo che possiamo dare molto di più. I ragazzi lo sanno: non mi accontento e pretendo sempre progressi”.
Un Calori dunque che tiene coi piedi per terra la sua squadra che, davanti al primo ostacolo di un certo spessore – quel Sansovino capace l’anno passato di sfiorare la promozione in C1 – è partita col freno a mano tirato e ha impiegato più di un tempo per prendere le misura agli avversari.
Calori, privo degli acciaccati Tripoli e Diagouraga,  nella prima frazione di gioco schierava Consigli tra i pali – il neoazzurro è partito, subito dopo il primo tempo (gli è subentrato Chessari) per il ritiro di Principina, nel Grossetano, per raggiungere i compagni di squadra dell’Under 21 di Gigi Casiraghi, in vista dell’amichevole di martedì prossimo contro la Croazia – una linea difensiva con Tinazzi e Michele Santoni a spingere sulle fasce, la coppia Varriale-Esposito in mezzo; a centrocampo Giorgino era coadiuvato da Muzzachi e Visone; in avanti il tridente Pompei-Momentè e Olivieri.
Ed era proprio di quest’ultimo l’unico tiro in porta rossoblu nel primo tempo. Era il Sansovino a far vedere le cose migliori, impegnando Consigli in almeno due circostanze – al 1° e al 32° con Zacchei; al 36° il gol: angolo del solito Zacchei, Burzigotti svettava di testa, la sfera colpiva la traversa e poi sbatteva sulla schiena dell’ex portiere dell’Atalanta, finendo in fondo al sacco.
Nella ripresa Calori cambiava alcune pedine: dentro il già citato Chessari, Desideri in luogo di Momentè, Iovine al posto di Muzzachi e il brasiliano in prova da qualche giorno Lucas Malfati Favarin, difensore centrale che ha rimpiazzato Esposito. Secondo tempo che si tingeva completamente di rossoblu: al 62° il pari con Visone che timbrava il cartellino direttamente su calcio di punizione a scavalcare la barriera.
Ci provavano poi Michele Santoni (63°) e Desideri (75°). All’87° il gol della vittoria marchigiana: punizione dell’ex Saluzzo dalla sinistra, Iovine, in tuffo di testa metteva la sfera nell’angolino destro.
La Samb, seguita in Toscana da una quarantina di vocianti tifosi rossoblu e dall’immancabile presidente Gianni Tormenti, si allenerà domani mattina per poi beneficiare di un giorno e mezzo di riposo.
Dopo altre due giornate di lavoro a Sant’Agata Feltria gli uomini di Calori si trasferiranno a Tolentino, dove sabato pomeriggio sfideranno i cremisi. Per il 20 e il 21 agosto sono infine previsti due giorni di riposo. Dal 22 la Samb comincerà a lavorare a San Benedetto.
CALORI DA’ L’OK PER VISONE E POMPEI; VIA MUZZACHI In merito ai giocatori in prova, Alessandro Calori, dopo la quarta amichevole precampionato, ha dato altri “responsi”: rimarranno col gruppo Visone e Pompei – anche se per quest’ultimo bisognerà vedere se troverà l’accordo con la società – mentre se ne andrà l’ex Astrea Muzzachi. Verranno valutati più avanti Desideri e il brasiliano Favarin.
MARIO MIELE COLLABORERA’ PER LA SAMB? E a proposito del difensore carioca, giunto a Sant’Agata Feltria venerdì scorso, il giocatore, classe ’87, con passaporto italiano (grazie a un bisnonno veneto), nel recente passato ha avuto esperienze con le formazioni Juniores del Sao Josè do Rio Preto e del Mirassol (militano nel campionato Paulista).
Favarin, segnalato dal terzino del Milan Cafu, è stato suggerito alla Samb da Mario Miele, il procuratore romano che l’anno passato, i tifosi rossoblu lo ricorderanno, iniziò a lavorare per la Samb di Alberto Soldini – dopo poco l’imprenditore romano lo cacciò per affidarsi alla Gea.
“Conosco la famiglia Tormenti già prima che comprassero la Samb – ha detto Miele – Siamo in buoni rapporti. Mi hanno chiesto se posso dare loro una mano e lo faccio ben volentieri. Se segnalerò altri giocatori? Se si presenterà l’occasione, molto volentieri. Sto cercando giovani di buone prospettive”.
Nel dettaglio riportiamo il tabellino di Samb-Sansovino 2-1.
SAMB: Consigli (46° Chessari), Tinazzi, Michele Santoni (88° Tedeschi), Giorgino (70’°Forò), Esposito (46° Favarin), Varriale, Visone (70° Mattia Santoni), Muzzachi (46° Iovine), Olivieri (70’ Tulli), Momentè (46° Desideri), Pompei (60° Chiurato). Allenatore: Calori.
SANSOVINO: Lattanti, Grassi, Olivieri, Pacciardi (58° Gay), Sottili, Burzigotti (65° Piccirillo), Zacchei (65° Melfi), Camillucci, Agostinelli (70° Barbelli), Pidone (70° Vasarri), Del Sole. A disposizione: Manni. Allenatore: Beoni.
Arbitro: Cuscito.
Marcatori: 36° Burzigotti (SANS), 62° Visone (S), 87° Iovine (S).
 
 
 
 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.471 volte, 1 oggi)