GROTTAMMARE – È ormai un appuntamento fisso quello di Nelle ore possibili, la rassegna di arte contemporanea di Cristina Petrelli che si svolge a Grottammare Alta alla Locanda Borgo Antico. È la volta di Annalisa Piergallini, che inaugurerà la sua personale il 13 agosto dalle 19:00 in poi.

Dopo le opere di Marco Calcinaro, Roberto Zitolo, Gianluca Tappatà, Rita Soccio, è quindi la volta di Annalisa Piergallini. L’artista inserisce nelle sue opere forme e colori, strappati dai contesti usuali d’appartenenza, andando a creare degli equilibri diversi. Troviamo così delle immagini stilizzate che assomigliano a figure umane, quasi andassero a formare un pensiero affollato.

Descrive un mondo personale con uno stile marcatamente grafico e campiture di colore uniformi. Una semplificazione formale alla quale non si accompagna però una composizione altrettanto lineare. Le sue opere, infatti, sono spesso affollate e gremite di piccole presenze agitate. Un misto di umano e animale che ricorda l’arte rupestre. Immagini che sembrano dotate di quello stesso potere di esercizzare la realtà. In questo modo l’artista, attraverso una visione introversa e soggettiva, quasi uno sfogo di coscienza, sembra riuscire ad afferrare e dominare l’esistenza.
(Cristina Petrelli)

Diverse le mostre personali del’artista: 2005, Ritratto tutto, Enopolis, Ancona. 2006, Deliri e veglie, Civico 13, Colonnella. Mostre collettive: Stanze Aperte, nel centro storico di Altidona, // muro della pace, a Capua. Pinocchio, nella Galleria Saletta Rosaspina ad Ascoli Piceno – M.I.C., Grottammare (AP); Di dolcezza infinita, a Palazzo Parissi a Monteprandone per citarne solo alcune.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.050 volte, 1 oggi)