SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il sopralluogo al Molo sud effettuato ieri per collaudare la nuova illuminazione della passeggiata ha indotto ad escludere il prodotto della Schroeder, una delle tre aziende coinvolte nella prova. Al collaudo hanno partecipato il sindaco Gaspari, l’assessore ai Lavori pubblici Giancarlo Vesperini, tecnici comunali e delle aziende. I faretti esclusi non si inserivano bene nel contesto, sia esteticamente che tecnicamente.
La prossima settimana verrà quindi compiuto un ultimo confronto, tra il prodotto della ditta Targetti, che era già stato visionato nei giorni scorsi, e quello della ditta Castaldi, esaminato il 10 agosto insieme a quello poi escluso.
I due modelli ancora “in gara” hanno i requisiti di protezione “IP 68”, sigla tecnica che indica la resistenza del prodotto alla pioggia e addirittura sott’acqua.
I faretti sono alti una cinquantina di centimetri, verranno posizionati lungo tutto il Molo sud in circa quindici giorni e richiederanno una spesa intorno ai 70 mila euro, coperta com’è noto dalla Fondazione Carisap. Tra settembre e ottobre, come pure era stato previsto, la passeggiata dovrebbe essere riaperta, previa rimozione della sbarra che oggi si trova all’ingresso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 622 volte, 1 oggi)