SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Questa mattina presso lo chalet “La siesta” l’assessore all’ambiente Paolo Canducci ha illustrato l’ultima novità in materia di pulizia della spiaggia, il macchinario setacciatore “Tirrenia”. Si tratta di un veicolo lungo 3 metri e largo 1,60 metri, costituito da un grande rastrello meccanico e dotato di un motore diesel. E’ capace di setacciare i rifiuti di taglia più piccola, dai pezzi di plastica fino alle cicche di sigaretta, ed è di proprietà della società Ecospiagge di Castel di Lama. Il titolare Claudio Vitali condurrà il veicolo e dovrà portare a termine una pulizia accurata di tutte le spiagge libere cittadine in occasione del ferragosto. Il costo per il Comune, committente dell’intervento, è di 3000 euro Iva compresa.

Si tratta di un intervento una tantum che sarebbe dovuto essere realizzato fra ieri e l’altroieri, ma la pioggia caduta copiosamente sulla Riviera rendeva la sabbia pesante e difficile da setacciare. Vitali afferma che in due notti, lavorando dalle 21:00 alle 3:00, potrà pulire tutte le spiagge libere di San Benedetto. I rifiuti verranno poi ritirati da un mezzo della Picenambiente. E’ molto probabile che l’anno prossimo questo tipo di intervento verrà ripetuto in occasione dell’inizio della stagione estiva e del ferragosto.

L’assessore Canducci ha presentato l’iniziativa come parte del progetto comunale “La spiaggia è libera”: «Da quando ci siamo insediati abbiamo iniziato a lavorare sulla riperimetrazione delle spiagge libere, constatando alcune divergenze fra le dimensioni reali e quelle maggiori che vengono previste dal piano di spiaggia. Abbiamo avuto la piena collaborazione degli operatori turistici, che provvedono a pulire anche porzioni di spiaggia libera adiacenti alle loro concessioni. Il Comune intende riprendere pieno possesso delle spiagge libere per offrirle al cittadino e al turista riqualificate, pulite e sgombre da oggetti non idonei».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.008 volte, 1 oggi)