GROTTAMMARE – Si chiama Marco Agatino Alberio. E’ una seconda punta di 27 anni, originaria di Paternò e ieri si è aggregato al Grottammare di mister Amaolo.
Sebbene in carriera non abbia mai fatto una caterba di gol, il calciatore siciliano vanta un discreto curriculum; su tutte le esperienze ad Acireale, dove ha assaggiato, per un paio di stagioni, la terza serie, e la C2 con la maglia dell’Igea Bellaria Marina. L’anno passato invece ha militato nelle fila del Savona; la stagione precedente ancora serie D, stavolta però con l’Adrano.
Svincolato, proverà a convincere la dirigenza del Grottammare, desideroso di fermarsi nelle Marche e scrivere una delle pagine più belle della sua carriera. Ieri pomeriggio, mercoledì, si è subito messo a disposizione del tecnico biancazzurro, che, nel corso della prima amichevole precampionato, quella disputata allo stadio Pirani al cospetto del San Nicolò – formazione abruzzese neopromossa in Eccellenza che, tra le sue fila, annovera gli ex Moro e Canzanese, insieme ad altri calciatori di provata esperienza, quali, per esempio, la punta Nicoletti, l’anno passato in forza al Nuovo Avezzano – e conclusasi sul 2-2.
Esordio sfortunato in ogni caso per l’ex Savona, visto che dopo mezzora di gioco ha dovuto lasciare il campo per una distorsione alla caviglia che lo dovrebbe tenere fermo almeno una settimana. Daniele Amaolo ha provato tutti i giocatori a disposizione, schierando due formazioni diverse per tempo. Nella prima frazione di gioco, finita 0-0, spazio ad Addazzi tra i pali, Pacilio, Pulcini, Oddi e Puglia in difesa, Davide Traini, Costanzo, Ionni e Del Moro a centrocampo; in avanti Alberio (sostituito, dopo l’infortunio, da Pasquini) e Malloni (fantasista ex Sangiustese e Rieti in prova).
Nella ripresa, molto più vivace e frizzante, il tecnico di Porto San Giorgio ha optato per un undici con Coccia in porta, Vecchiotti, Novelli, Ligniti (difensore classe ’89, ex Fermana, in prova) e Puma sulla linea difensiva; in mezzo Vergari, Di Ruscio, Santangelo, Mercatili (centrocampista classe ’89, ex Azzurra Tirassegno) e Vinciguerra: unica punta Pasquini, poi sostituito da Di Felice. Gli ospiti si sono prima portati avanti 2-0, grazie alle reti di Nicoletti e Di Serafino (su rigore); per i padroni di casa hanno risposto Paoletti, subentrato a Mercatili, e Santangelo (rigore).
E proprio il giovane centrocampista della Berretti del Benevento ha ben impressionato, insieme a Ionni, Pasquini, Traini e l’altro prodotto del vivaio sannita, il difensore Pacilio.
CAMPIONATO: SI PARTE IL 17 SETTEMBRE Soddisfazione, in casa Grottammare, per la decisione del Comitato Interregionale di posticipare l’avvio di Coppa Italia (3 settembre) e campionato (17 settembre).
«Ce l’aspettavamo – a parlare, per conto del club biancazzurro, il diesse Pino Aniello – Ci dispiace per chi è partito in anticipo rispetto a noi. Certo non abbiamo voluto partire con ritardo di proposito, ma per come è andata, si è rivelata una “scelta” fortunata. Avremo più tempo per valutare i giocatori in prova e vagliare tutte le operazioni di mercato. Positivo anche il fatto di avere optato per la preparazione interamente qui a Grottammare. Potremo diluire gli allenamenti, visto e considerando che il debutto in campionato è distante più di un mese».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.341 volte, 1 oggi)