SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Presentata nel pomeriggio, presso l’Auditorium del Comune di San Benedetto, la campagna abbonamenti della Sambenedettese Calcio e le strategie di marketing della società rossoblu (presente anche un centinaio di tifosi). «Il nostro obiettivo è di reperire risorse economiche da reinvestire nella Samb», spiega il direttore marketing, Marcello Tormenti.

Le statistiche parlano chiaro: la Samb, a seconda dell’andamento dei campionati, vanta da 3274 presenze a partita (lo scorso campionato) ai 5742 nel 2002-03 (circa 4300 invece gli spettatori nel 2003-04 e nel 2004-05). «La passione per la Samb è positivamente inspiegabile se studiamo questi numeri», afferma Tormenti.

I prezzi si mantengono vicini a quelli dello scorso anno: le curve costeranno 100 euro (a fronte dei 90 della stagione 2005-2006), la Tribuna Est Mare 180 (165), la Tribuna Laterale Coperta 210 euro (180), la Tribuna Centrale Azzurra 300 (280), la poltroncina centrale Vip Blu 600 euro (800). Ci vorranno 1.000 euro invece la per la tessera socio-sostenitore Vip Blu. Ma, a differenza dello scorso anno, non dovranno essere pagati i diritti di prevendita. Infine sono previsti degli sconti (pari al 30%) per il pubblico femminile e per i ragazzi di età compresa tra i 13 e i 17 anni sulla Tribuna Centrale Azzurra, la Tribuna Laterale Coperta, la Tribuna Est Mare e la Curva Nord. Verrà intrapresa anche una campagna pubblicitaria per sensibilizzare ad abbonarsi (tra l’altro con degli stand mobili che saranno posizionati, durante il mese di agosto, in alcune zone di San Benedetto).
Già a partire da oggi, dunque, è possibile abbonarsi, sia attraverso il sito ufficiale della società (www.sambcalcio.it: e sarà possibile prenotare, per la tribuna centrale, la seggiolina desiderata) sia recandosi in uno dei quattro luoghi addetti alla prevendita: la sede della Samb presso lo stadio Riviera delle Palme, Mondo Wind (in via Piave 135, a Porto d’Ascoli), il Centro Tim (via Roma 171, Martinsicuro) o il Samb Point di via Crispi. Gli abbonamenti saranno nominativi perchè è nell’interesse della società creare una relazione stabile con i propri tifosi. I prossimi anni potranno essere attivate delle fidelity card che consentiranno, agli abbonati, di avere degli sconti negli esercizi commerciali convenzionati.
Tante le novità in programma a livello di marketing: innanzitutto i cartelloni pubblicitari allo stadio saranno posizionati su dei rotor (in tutto 24 pannelli per complessivi 120 metri). Anche in sala stampa, ci sarà un pannello pubblicitario mobile che verrà posizionato alle spalle dell’intervistato di turno.

«Ci siamo accorti che ci sono ancora persone», ha concluso Marcello Tormenti, «che hanno dei sassolini nelle scarpe per quello che è accaduto nelle scorse stagioni. Ma noi non c’entriamo nulla. Noi vogliamo tanti tifosi che vengono allo stadio per tifare la Samb. Non vogliamo percorrere politiche di carità perchè anche la Samb è un’azienda. Accetteremo critiche ma vogliamo gente allo stadio calda e appassionata e disposta a pagare per lo spettacolo. Se mi riferisco ai troppi portoghesi in tribuna? Anche, ma tanti tifosi entrano gratis semplicemente passando tra le inferriate dell’ingresso. La famiglia Tormenti ha cacciato soldi veri, non rinnovando debiti con nuovi debiti».

GASPARI. Presenti all’auditorium anche il sindaco Giovanni Gaspari e l’assessore allo sport Eldo Fanini. Gaspari è intervenuto e ha ringraziato, inizialmente, i protagonisti della salvezza della scorsa stagione, tra cui i tifosi di Noi Siamo la Samb e l’imprenditore cuprense Sergio Spina, «i quali hanno permesso alla squadra di conquistare una importantissima salvezza sul campo».

Riguardo la nuova società, Gaspari ha ribadito che «quest’anno non potremo dare alla Samb un contributo di 250 mila euro, ma saremo vicini alla società in vario modo: dal tentativo di coinvolgere l’intero hinterland sia per la campagna abbonamenti sia per la gestione dei campi sportivi, all’appoggio a tutte le problematiche del settore giovanile». Della famiglia Tormenti Gaspari ha sottolineato «la prospettiva dell’impegno di lungo periodo, e il loro essere restii alla speculazione. Fino ad ora non mi hanno chiesto niente…»

FESTA CON LA DIADORA. Probabilmente il prossimo 25 agosto si svolgerà una festa nella quale verrà presentata la squadra 2006-07 e le nuove divise ufficiali dello sponsor tecnico Diadora. Le maglie non saranno quelle indossate fino ad ora dai calciatori nel ritiro di Sant’Agata, ma avranno la classica distinzione a quadri rossi e blu.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.504 volte, 1 oggi)