SANT’AGATA FELTRIA – Andrea Bovo si accasa al Bari. La parola data alla Samb dallo stesso giocatore, ma anche dal Palermo, club detentrice del cartellino del centrocampistra mestrino, alla stregua del vento. Cose del calcio si dirà. La Samb però, ci è rimasta male. Eccome se c’è rimasta male. I tifosi? Idem. Mister Calori? Di più.
L’allenatore aretino aspettava l’ex Salernitana per le ore 12, nel ritiro di Sant’Agata Feltria. Ma non s’è visto nessuno. Peppino Pavone a quel punto ha cercato di mettirsi in contatto col giocatore, senza riuscirvi. Il cellulare spento di Bovo, minuto dopo minuto, ora dopo ora, ha ingigantito la preoccupazione dello staff tecnico rossoblu.
La doccia fredda alle 17,30: il procuratore di Bovo chiama Pavone e lo avverte che il centrocampista è stato dato in prestito al Bari. La società pugliese, inseritasi nella trattativa, ha convinto il rosanero in poche ore. In definitiva: alla corte di mister Maran uno dei giovani che l’anno passato aveva maggiormente impressionato; mister Calori, di contro, dopo la “fuga” di De Rosa, “saluta” un’altra pedina che avrebbe fatto al caso suo. A questo punto il centrocampo rossoblu è ufficialmente il settore che urge di maggiori interventi.
LE SPIEGAZIONI DI PAVONE «Se sono deluso? Dico semplicemente che sono cose che nel calcio capitano. Bovo non è né il primo né l’ultimo giocatore che dà la sua parola ad una società per poi rimangiarsela e accordarsi con un altro club. Ovvio che alla C abbia preferito la B, categoria superiore. Dispiace perchè eravamo d’accordo su tutto e il mister lo riteneva una pedina molto importante. Se c’è rimasto male? Ovviamente sì; lo stavamo aspettando per la firma sul contratto e il primo allenamento; invece…».
E invece è andata come è andata. Urgono rimedi. «Valuteremo il da farsi – replica il consulente di mercato rossoblu – cercando di reperire altre soluzioni. Siamo consapevoli che servono almeno due centrocampisti. Un’altra casella da riempire è quella dell’attaccante». Per inciso: Daniele Morante. Con la speranza che la trattativa per la punta della Pro Vasto abbia un epilogo ben differente di quello relativo ad Adrea Bovo.
Domani intanto la Samb ritorna in campo per sfidare, nel corso della terza amichevole precampionato, il Verucchio, formazione romagnola militante in serie D. Il calcio d’inizio è fissato per le ore 17.
SLITTA ANCHE IL TORNEO DI C? Detto di un mercato che sinora ha riservato più di una sorpresa in casa Samb, pare ormai probabilissimo il rinvio dell’inizio del torneo di serie C. Oggi pomeriggio anche la D si è accodata alla serie A e alla B, posticipando il via dei campionati al 17 settembre.
All’appello – si fa per dire – mancano solo la terza e la quarta serie. Stante l’attuale situazione – in sintesi: organici tutti da definire con formazioni (Ancona, Lumezzane e Massese) che aspettano di essere ripescate – non ci vuole un grande sforzo d’immaginazione nel prevedere uno slittamento di almeno un paio di settimane. Anche perchè dagli uffici di Firenze (dove ha sede la Lega di Serie C) e da quelli romani (Federcalcio), continuano, dietro a una cornetta, a fare spallucce.
Vuoi vedere che Peppino Pavone avrà più tempo per consegnare a mister Calori altri giocatori…

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.460 volte, 1 oggi)