SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Verrà proiettato mercoledì 9 agosto al 59° Festival Internazionale Cinema Locarno nella sezione “A proposito di cinema”, il film-documentario “Conversazione a Oporto” di Daniele Segre. Al centro del documentario due artisti portoghesi che dialogano su temi a loro comuni: si tratta della scrittrice Agustina Bessa Luis e del regista Manoel De Oliveira.

“Abbiamo scelto Locarno” sottolinea il  professor Gualtiero De Santi, direttore artistico del Premio Bizzarri “perchè è un festival di frontiera, un festival di contaminazione, di cultura, ed è un festival che è sempre stato aperto alla sperimentazione, alla ricerca. Segre è uno dei più importanti registi italiani della media generazione, di prima linea, di qualità. E il materiale a disposizione erano due persone eccezionali”.   

“Questo è il risultato di un percorso sviluppatosi nella passata edizione 2005 del premio Bizzarri, all’interno della rassegna dedicata al grande regista portoghese Manoel de Oliveira” rimarca Maria Pia Silla presidente della Fondazione Libero Bizzarri. “Conversazione a Oporto”, prosegue la Silla “sarà poi presentato al Festival del documentario di Lisbona a fine ottobre, e in questa sequenza lusitano brasiliana, il film sarà presente anche al festival di San Paolo in Brasile”.

La Fondazione Bizzarri continua intanto i preparativi per la 13° edizione della Rassegna del documentario italiano Premio Libero Bizzarri che si svolgerà a San Benedetto del Tronto dal 23 al 30 settembre 2006.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 250 volte, 1 oggi)