SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La serata di domenica 6 Agosto al Rondò, sulla rotonda di Porto d’Ascoli, è stata il risultato del felice incontro di tre creatori. La signora Annamaria Migliaccio, proprietaria e cuoca del ristorante ha la passione per gli accostamenti originali, nella sua cucina la garanzia dei sapori tradizionali della terra campana sposano abitualmente quelli del mare Adriatico.
Il giovane Matteo Perticari, proprietario di “da Sergio, uova, grano e fantasia” a Porto San Giorgio, che continua la trentennale produzione paterna arricchendola di passione e innovazione: una per tutte la “Mentolina”, mezza manica alla menta nata da un aperitivo di tendenza, il Mohito.
Sandra Andrioli, creatrice di cappelli e proprietaria di Creazione Moda Plume, unico negozio specializzato della nostra città, dedica il suo estro artistico alla produzione di un accessorio tanto classico quanto recettivo all’originalità.

La curiosità suscitata da questo innovativo appuntamento, trova soddisfazione prima di tutto in un menù succulento: mentoline al misto mare, chitarrina al profumo di mare, stringozzo (una pasta lunga) pomodoro e ricotta e tortellone ricotta e spinaci al radicchio. Indispensabile la presenza di una buona selezione di vini: il “Solopaga”, vino del Beneventano oltre ai tradizionali vini marchigiani da pasteggiare con olive fritte all’ascolana sempre di produzione Perticari. Ad arricchire questa “Grande Festa della Pasta Fresca sposata al Mare”, l’intrattenimento di musica e cabaret.

Insomma se avete perso l’appuntamento, consolatevi aspettando quello di fine estate quando la signora Migliaccio abbinerà la pasta ad abiti di Positano. Nell’attesa, il Rondò continua, come da tre anni, ad offrire quotidianamente la garanzia di una cucina figlia della passione della signora Annamaria che con soddisfazione ci assicura che se si assaggiano i “suoi” sapori è inevitabile aver voglia di tornare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 378 volte, 1 oggi)