SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alla scoperta di una delle piccole grandi realtà artistiche della Riviera… La muccigna nel dialetto sambenedettese è la cassetta di pesce che il pescatore si mette da parte quando torna a terra, un termine caro ai Muccigna Sound System, gruppo dalla ostentata e orgogliosa “sambenedettesità”.
Tutto ebbe inizio nel 2003, quando dj Indio, Don Pablo, Lee Mah e Rude Antò hanno deciso di mettere su un vero e proprio sound system di stile jamaicano. Negli ultimi anni hanno potuto accumulare una folta discoteca di vinili di importazione, rarità, dub plates originali e soprattutto una grande esperienza nell’infiammare le dance hall con tutti gli stili: dallo ska al ragga passando per roots, new roots, bashment e dance hall style. Hanno aperto le esibizioni di grandi artisti internazionali quali Macka B, Seeed e Julian Marley, Twinkle Brothers, Dr Ring Ding, Trojan Sound e General Levy oltre che degli italiani Sud Sound System e Roy Paci.
Dal 2003 hanno partecipato a due edizioni del “Punti di Fuga Festival�? a San Benedetto. Nel 2004 e nel 2005 al festival internazionale di reggae “Rototom Sunsplash�?, al “Cossignano Reggae Day�? e al festival “Castello Reggae�? ad Alvito (FR). Nella primavera del 2005 hanno infiammato la street parade del primo maggio a Napoli sul carro del csa TNT davanti a migliaia di manifestanti. Quest’estate varcheranno anche i confini nazionali per esibirsi a Barcellona: il 18 e il 20 agosto parteciperanno a “La Mota�? Reggae Festival insieme a artisti internazionali.
Muccigna Sound System è composta da Indio (Paolo Miti – dj-mc), Don Pablo (Paolo Sforza – selecta dancehall style-roots); Rude ‘Ndò (Antonio Trevisani – selecta new roots), Lee Mah (Mario Mattioli – selecta ragga hard core).

Complimenti e in bocca al lupo per i prossimi successi!

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 483 volte, 1 oggi)