ACQUAVIVA PICENA – Rinnovamento o quasi. È la linea adottata dall’Acquaviva Calcio. Il passaggio di testimone in seno alla presidenza, da Vincenzo Mora a Pio Rossi, il ritorno sulla panchina di Franco Mascitti, la lista di partenti illustri coincisa con altrettanti arrivi. Tantti i motivi di quello che pare davvero essere l’inizio di una nuova vita – calcistica, s’ntende – per gli aranciocelesti.
«Mi dispiace per i ragazzi che se ne sono andati – ha commentato il tecnico acquavivano – Li conoscevo tutti ma per svariati motivi non siamo riusciti a trattenerli. Così abbiamo deciso di ripartire con i veterani Balletta, Traini, Casagrande e Vagnoni».
«Nel mercato estivo abbiamo rinforzato ogni reparto: sono arrivati una punta (Rossetti), una mezzapunta (Deogratias), un difensore (Mozzoni) e un centrocampista (Spina). Sono tutti ragazzi che hanno giocato in categorie superiori, quindi dotati di una buona esperienza».
«Il nostro obiettivo è quello di valorizzare i giovani. Dovranno mettersi a disposizione di essi per un ciclo di maturazione tecnica e caratteriale», ha concluso mister Mascitti. Si fa sempre più difficile la ricerca di un difensore per l’Acquaviva, in questi giorni sono sfumati diversi contatti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 361 volte, 1 oggi)