SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di una cosa i commercianti del centro sono più che certi: «Di Notte Bianca ce n’è una sola, non ne organizzeremo un’altra prima dell’estate 2007». L’associazione Notte Bianca ringrazia tutti coloro che hanno partecipato al buon esito della manifestazione e dà appuntamento all’anno prossimo.

Qualche piccolo problema in realtà c’è stato ma bisogna dire che tutte le cose sono perfettibili. C’è chi ha criticato il servizio di bus navetta, chi ha lamentato la scarsità di parcheggi, chi si è lamentato per le multe dei Vigili Urbani. Si è detto che una parte di via Ugo Bassi era buia e senza negozi aperti.

Forse l’anno prossimo sarà opportuno evitare la coincidenza della Notte Bianca con il Motor show nel parcheggio dello stadio o con la “sagra del mare” nel parcheggio vicino ai cantieri navali.

Del resto però come dare torto al segretario di Confesercenti Paolo Perazzoli, quando afferma «San Benedetto non è una metropoli ma i suoi cittadini si comportano come se lo fosse. Quando ci sono manifestazioni che coinvolgono migliaia di persone è normale che ci siano disagi. Non sono concepibili corsie privilegiate quindi un bus navetta rimane imbottigliato nel traffico come le auto. La cosa migliore perciò è muoversi in bici o a piedi».

I Vigili Urbani assicurano di essere stati clementi: «Abbiamo multato solo chi parcheggiava in viale delle Tamerici ostruendo il passaggio» dice il maggiore Rossini. Vincenzo Amato, presidente dell’associazione Notte Bianca sambenedettese, ringrazia la voglia di fare dei commercianti, che hanno fatto partire dal basso un’iniziativa che altrove viene organizzata dalle amministrazioni comunali. «Per l’anno prossimo studieremo nuove iniziative, un allargamento della manifestazione e un maggiore coinvolgimento dei cittadini nello spostare le auto dalle vie interessate. Poi ci potrebbero essere delle strategie per accogliere meglio tutte quelle persone che vengono per la Notte dall’Abruzzo, dall’Umbria e da tutte le Marche».

L’associazione di commercianti di via Montebello e piazza Garibaldi ha sottolineato quanto la Notte Bianca sia stata un’occasione di rilancio e visibilità per una zona a loro parere degradata e necessaria di riqualificazione. Il concerto del gruppo “Innuendo” in piazza Garibaldi è servito proprio per decentrare ulteriormente la manifestazione e dare luce a varie zone della città.

A nome dell’amministrazione comunale, l’assessore Margherita Sorge ha avuto parole di ringraziamento verso i cittadini per la loro pazienza e verso i commercianti per la loro creatività: «Per l’anno prossimo mi auguro che ci siano ancora più sinergie, tutto è migliorabile. Si potrà formare un tavolo di concertazione fra i soggetti interessati e vedere di migliorare alcune piccole sbavature. Voglio complimentarmi con gli organizzatori per i loro meriti, Notte Bianca infatti non vuol dire successo tout court, visto che in altre città ci sono stati clamorosi flop».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 480 volte, 1 oggi)