SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mettiamo a conoscenza i nostri lettori, in special modo i numerosissimi acquavivani che sempre più numerosi ci seguono sia on-line che con il nostro settimanale Riviera Oggi, che da più di un anno la nostra redazione non riceve più le informazioni della newsletter del Comune di Acquaviva.
Soltanto il nostro bravo Massimiliano Gaetani, redattore di Acquaviva, ha modo di ricevere la newsletter che tratta, ad ogni modo, esclusivamente di argomenti turistico-ricreativi, essendo, con ogni probabilità, gestita direttamente dall’assessore al turismo di Acquaviva, l’Infriccioli Andrea.
Il quale un anno fa, nel corso di una rovente telefonata, aveva minacciato di eliminarci dalla comunicazione comunale perché, a suo dire, ci eravamo intrufolati in una polemica tra Offida e Acquaviva cosa che, secondo l’Infriccioli, non ci era di competenza. Così poi è immediatamente avvenuto, forse abituato a troppe righe compiacenti e acritiche, l’assessore ha forse dimenticato che in Italia la stampa è libera e che gli atteggiamenti dirigistici sono controproducenti. Perché noi abbiamo il potere di portarli alla conoscenza pubblica, come il nostro ruolo ci impone.
In questi mesi abbiamo richiesto di ricevere la newsletter comunale, perché una redazione deve essere al corrente delle informazioni che ricevono i propri collaboratori; avevamo pensato anche di rivolgerci all’Ordine dei Giornalisti, perché è cosa grave che un politico locale abbia atteggiamenti di tal genere.
Scriviamo infine queste righe, sia nella speranza che i lettori acquavivani (e non solo) capiscano a volte le nostre difficoltà nell’interpretare certi articoli e nel dargli il taglio che la redazione vorrebbe, sia perché gli amministratori acquavivani si impegnino nel comunicare alla stampa in maniera coordinata e completa (non di sole Bandiere Arancioni e Comics Academy vive la città…), evitando usi personalistici della comunicazione ufficiale dell’ente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 784 volte, 1 oggi)