SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il consiglio comunale del primo agosto ha votato favorevolmente alla variazione del bilancio di previsione 2006 e del piano degli investimenti. Si è deciso di rivedere il piano delle opere pubbliche: stop alla messa a norma dello stadio Riviera delle Palme (250.000 euro la spesa prevista), stop al progetto per i cassonetti dell’immondizia interrati (181.000 euro previsti), stop ai lavori di messa a norma del municipio di viale De Gasperi (300.000 euro previsti). Questi lavori sono stati rinviati al 2007 poiché non hanno una urgenza estrema.

Le motivazioni sono due. La prima è l’incombenza di ingenti spese per eventi tanto imprevisti quanto urgenti. Uno su tutti il crollo in via Bastioni (Paese Alto, 100.000 euro in più) e gli interventi in via della Resistenza. Poi si sono dovuti “ammortizzare” i 24.000 euro in meno all’interno del contributo che verrà fornito dall’Anas (132.000 euro definitivi) per la realizzazione del tappetino fonoassorbente sulla SS16. In totale i maggiori oneri per il settore dei lavori pubblici ammontano a 721.000 euro, cifra che va ad aggiungersi ai 755.000 già previsti per la manutenzione ordinaria del patrimonio comunale (per un totale di 1.476.000 euro).

La seconda ragione del taglio alle spese sopra citate è il rispetto dei vincoli al tetto di spesa imposti dal patto di stabilità della legge Finanziaria. Fra gli oneri maggiori che sono sopraggiunti segnaliamo la manutenzione della rete fognaria (100.000 euro), le spese per i materiali necessari alle piccole manutenzioni (240.000 euro), la manutenzione del demanio stradale (75.000 euro versati alla Multiservizi).

Durante il consiglio comunale Giovanni Poli di Forza Italia ha ribadito la necessità di interventi di manutenzione sullo stadio, in particolare nella curva sud e nella tribuna est dove la salsedine ha corroso il calcestruzzo lasciando a tratti intravedere l’armatura di cemento. Potrebbe essere segno di una pericolosa instabilità strutturale, sottolinea Poli.

Una buona notizia arriva per la difesa della costa dall’erosione. La Regione Marche ha stanziato 742.000 euro per interventi di allargamento delle scogliere soffolte. Da Ancona arriveranno poi altri 750.000 euro per i lavori di riallineamento da effettuare su quattro delle otto scogliere presenti a Porto d’Ascoli. Sulle quattro scogliere a sud si era già intervenuti provvedendo a spostarle più lontano dalla riva. E’ notizia di oggi che il Comune di San Benedetto contribuirà con ulteriori 250.000 euro, condizione necessaria per usufruire dei finanziamenti regionali per la difesa della costa. Adesso il prossimo passo sarà indire la gara d’appalto. Entro l’estate 2007 gli interventi dovrebbero essere terminati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 550 volte, 1 oggi)