ACQUAVIVA PICENA – Una simpatica rimpatriata fra ‘vecchi’ amici. Tutti i nati nel 1971, residenti ad Acquaviva, si sono ritrovati nei giorni scorsi, alcuni anche dopo oltre venti anni, per festeggiare, per la prima volta insieme, le trentacinque primavere.

Dopo la Santa Messa, officiata, presso la chiesa San Rocco, dal parroco don Angelo Palmioli, l’aperitivo offerto dal sindaco Tarcisio Infriccioli, che ha voluto in tal modo ringraziare diversi membri dell’allegra brigata per la collaborazione offerta all’Amministrazione Comunale, nel corso degli ultimi quattro anni, riguardo all’organizzazione di numerosi eventi.

Poi, la cena, tenutasi presso il ristorante Azzurro. Tra una portata e l’altra, la musica di Piero e Alberto ha allietato i commensali, che, a ritmo di samba, hanno coinvolto i clienti della struttura ricettiva nella goliardia. Il gentil sesso è stato omaggiato, per l’occasione, di una rosa dai ragazzi della compagnia. A seguire, torta, spumante e fuochi d’artificio finali. Immancabile la foto di gruppo, scattata da Luciano Gaetani, con la maglia riportante l’anno di nascita. I festeggiamenti, ripresi dalla telecamera di Giorgio Sgherzi, si sono protratti sino a tarda notte. Tra coloro che hanno partecipato al gioioso convivio, Meri Laghi, Grazia Donatella Seghetti, Tiziana Capriotti, Élia Rossi, Leonardo Camela e Andrea Infriccioli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 352 volte, 1 oggi)