SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Stamattina è partita ufficialmente la nuova stagione della Sambenedettese Calcio che, nella sede di Viale dello Sport, ha presentato alla stampa il nuovo staff tecnico. Presente la famiglia Tormenti, nelle persone di Marcello, Gianni, Franco e Paolo, il direttore generale Claudio Molinari, l’allenatore Alessandro Calori, l’allenatore in seconda Marco Rossi, il preparatore dei portieri Mariano Coccia, il preparatore atletico Enzo Vagnini, il massaggiatore Bruno Berardocco, il fiosioterapista Fabrizio Di Francesco, il collaboratore Saverio Consorti, il medico Piergiorgio Casaccia. Non è intervenuto invece il medico sociale Mario Capriotti.
A questo staff la prossima settimana si aggiungerà l’ex mentore del Foggia dei miracoli Peppino Pavone, come ha sottolineato Marcello Tormenti: «Ancora qualche giorno e verrà ufficializzata anche la posizione di Pavone. Il suo “ingaggio” sta a testimoniare come abbiamo preferito portare qualche dirigente in più e qualche giocatore in meno. Ribadiamo un concetto già espresso nel recente passato: stiamo lavorando per costruire una base societaria solida, ci vorrà del tempo, ma siamo determinati a lavorare bene e con serietà».
Da oggi pomeriggio intanto arriveranno alla spicciolata i 20 giocatori convocati per il ritiro di Sant’Agata Feltria. La partenza della comitiva rossoblu è prevista per domani mattina alle 8,30, visto che prima di raggiungere l’Appennino pesarese, dovranno sostenere le visite mediche a Civitanova Marche. Lo staff tecnico sta ultimando il programma delle amichevoli, anche se è molto probabile che la prima “uscita” verrà effettuata il 2 agosto.
E a Sant’Agata Feltria mister Calori porterà con sé, oltre ai nuovi acquisti – il portiere Andrea Consigli (ex Atalanta), i difensori Andrea Esposito (Lecce), Mahamet Diagouraga (Chievo), i centrocampisti Davide Giorgino (Lecce), Marco Iovine (Genoa) e Pietro Tripoli (Palermo) e l’attaccante Davis Curiale (Palermo) – i calciatori reduci della passata stagione, vale a dire i fratelli Santoni, Chiurato, Chessari, Angeletti e Perugini.
Insieme a loro Antonio De Rosa, il quale pur partendo per il ritiro non ha ancora trovato l’accordo con la società, il giovane della Berretti Dino Bruni (i Tormenti hanno precisato che «di volta in volta proveremo qualche ragazzo del settore giovanile»), e quattro ragazzi dell’ex Fermana Calcio, Filippo Forò, Giacomo Tulli, Nicola Olivieri e Leonardo Formichetti.
Un organico che certamente dovrà essere completato, come hanno sottlineato sia Calori che la famiglia Tormenti. «So bene – ha argomentato l’ex giocatore di Udinese e Perugia – che la rosa è incompleta; spero di avere presto altri giocatori a disposizione, fermo restando che la società non può andare oltre un determinato budget».
«Non faremo follie – ha precisato il presidente Gianni Tormenti – Dopo gli sforzi fatti per acquisire la società non possiamo permetterci di spendere grandi cifre, ma ci terrei a sottolineare che quanto scritto da alcuni giornali in merito ai giocatori della “vecchia guardia” non corrisponde al vero: non abbiamo offerto il minimo federale, se qualcuno ha deciso di fare le valige era perchè altre società hanno offerto loro di più. Volevamo tenere qualche giocatore, ma non è stato possibile. Per il resto abbiamo fatto una scelta, anche di tipo economico: puntare su un organico giovane e rinnovato».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.112 volte, 1 oggi)