SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Mercoledì mattina si è svolto un incontro fra il sindaco Gaspari e i vertici della I.G.D. (Immobiliare grande distribuzione), gruppo specializzato nella realizzazione e gestione dei centri commerciali (la Coop Adriatica ne detiene il 46%). L’incontro è servito per chiarire alcune questioni riguardo alla convenzione stipulata nel 2001 e che oggi è in scadenza. Gaspari ha proposto di accordare la durata della convenzione con la durata del suo mandato politico, in modo da non creare difficoltà al suo successore.

La Igd dovrà realizzare un sottopasso per autovetture in località San Giovanni, sotto tratto ferroviario a est del centro commerciale “Porto grande”. Il sottopasso permetterebbe un passaggio diretto fra la zona Sentina e la SS16 all’altezza dell’hotel “Quadrifoglio” e rappresenterebbe un’opera di mitigazione del rischio idrogeologico. Tutta la zona potrebbe essere declassata dalla categoria di rischio E3 alla categoria E2.

C’è un iter che presenta i seguenti passaggi: la Provincia di Ascoli chiederà al Comune di San Benedetto una valutazione di incidenza ambientale; il Comune dovrà approntare una variante al Prg; la Provincia esaminerà la valutazione del Comune; la Rtf (reti ferroviarie italiane) dovrà dare il suo benestare. All’inizio il sottopasso potrà essere profondo solo 3 metri , inaccessibile dunque agli autoarticolati. Poi, con la realizzazione del nuovo ponte ferroviario sul Tronto, si potrà pensare a un ampliamento.

La questione potrà avere tempi lunghi ma non lunghissimi. Si attenderà fino al 31 dicembre 2007, se poi il sottopasso non sarà possibile per qualsiasi ordine di motivi il Comune potrà rivalersi sulla Igd e ottenere la somma pattuita dalla convenzione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 374 volte, 1 oggi)