SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Questa la protesta del produttore artistico del Watershow nei confronti della Rai. Stefano Cavezzi ha inviato la lettera a Fabrizio Del Noce, dirigente del canale.

«La decisione di non mandare in onda in prima serata Watershow è assurda e sconcertante dopo che la Rai, nei giorni scorsi, aveva annunciato il programma con appositi spot e con numerosissimi articoli sui settimanali di settore. La mancata messa in onda del programma sulla vostra Rete per la prima serata mi lascia del tutto sconcertato. È del tutto evidente, infatti, come l’improvvisa cancellazione dello show sia alquanto inspiegabile ed irrazionale, tenuto conto della tangibile e comprovata approvazione da parte della Vostra rete della trasmissione attraverso un’incisiva campagna di promo pubblicitari da Voi prodotti e trasmessi a partire da sabato 22 luglio, che ha beneficiato di una programmazione importante e reiterata. Inoltre, mi preme sottolineare che Lei ha incaricato il capo struttura più rappresentativo di Raiuno quale il Dott. Paolo De Andreis il quale ha esercitato un’ accurata supervisione nella fasi di preparazione, produzione e soprattutto di montaggio del prodotto, condividendo, approvando ed in alcuni casi correggendo i contenuti della trasmissione, e presenziando, assieme al produttore esecutivo Debora Profazi, alle fasi di registrazione di Watershow.

Fino a poche ore fa ho vissuto questa esperienza come un sogno dal momento che il mio esordio su di una rete ammiraglia avveniva nella mia città natia, alla quale sono legato in maniera viscerale e la cittadinanza ha vissuto questo evento epocale in maniera straordinaria a tal punto che per la giornata di domani erano stati approntati schermi giganti dislocati nei punti nevralgici della città per vivere questo magica visione della trasmissione, a testimonianza di un’attesa a dir poco spasmodica ed irripetibile. Mi permetto di sottlinearLe come tale decisione sia indecifrabile ed iniqua dal momento che c’era un lasso di tempo ampio per comunicarmela e, nel caso, doveva essere presa in tempi più opportuni, casomai dopo la prima versione del montaggio fornita il 15 luglio al capo struttura De Andreis, la cui visione lo ha indotto a giudicare il prodotto ottimo e soddisfacente ( conservo i suoi sms che attestano questi lusinghieri giudizi )».

.
.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.407 volte, 1 oggi)