VALLATA DEL TRONTO – Sono stati più di 1000 gli spettatori che hanno seguito ed applaudito i “Nabac” formazione celtica irlandese, per l’ultimo concerto in cartellone del Festival “Altri Suoni”. Grande successo hanno avuto comunque anche gli altri spettacoli della rassegna di musica etnica organizzata dai comuni della Vallata del Tronto con la direzione artistica di Mario Maravalli, per una media di 800 persone a serata.
“E’ stata l’occasione per ascoltare dal vivo musica che non si trova spesso nelle piazze” ha commentato il vice Sindaco di Offida, Gianpietro Casagrande al termine della manifestazione il 12 luglio scorso. La rassegna, giunta quest’anno alla sua seconda edizione, è ormai divenuta punto di riferimento provinciale e regionale per la etno e world music con una partecipazione straordinaria di pubblico e di gruppi.

La musica celtica, rai, balcanica, pizzica e salsa è stata la protagonista dell’edizione 2006. Per il 2007 tante novità. Gli organizzatori hanno già deciso l’introduzione di ulteriori generi musicali come la musica mongola, araba e tribale australiana e il coinvolgimento di altri paesi ospitanti come Ripatransone, Grottammare e San Benedetto sta per essere preso in seria considerazione. Verrà invece mantenuta la caratteristica unica di “Altri Suoni” e cioè l’impossibilità di richiamare un gruppo artistico già ascoltato nel corso del triennio successivo e questo per favorire sempre nuove conoscenze musicali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 256 volte, 1 oggi)