SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nello spazio di due settimane i nostri educatori e Capi Scouts hanno realizzato quattro campi tra Ficocchia (Lupetti), San Giorgio all’Isola (Esploratori e Guide) e San Lorenzo (2 Campi Scuola) accogliendo circa 130 ragazzi e giovani della nostra comunità. E’ stato un impegno non indifferente ma che è valso la pena di realizzare. Soddisfazione hanno espresso i ragazzi ed i loro genitori. Tanta gioia da parte degli educatori nonostante la fatica ed i piccoli imprevisti. “ Insieme per costruire il villaggio della gioia�? è stato il tema che abbiamo affrontato e cercato di realizzare nel primo campo per ragazzi di 1° e 2° media a San Lorenzo in Vallegrascia. La prima sorpresa è stata fatta ai ragazzi dagli educatori accogliendoli,al ritorno da una passeggiata ,attraverso una Porta festosa ma anche impegnativa. Il Sacerdote ha dato il “Benvenuto�? nel villaggio, tutto da costruire ,all’insegna della fraternità e della gioia. Quindi giorno dopo giorno abbiamo realizzato insieme le strutture indispensabili per il buon funzionamento del nostro villaggio. Dopo il PORTALE d’ingresso abbiamo approntato una bella FONTANA indispensabile per la vita della comunità. Non sono mancati naturalmente i riferimenti spirituali di questi segni. Gesù la vera porta,ci ha accolti,donandoci l’acqua viva della sua amicizia. Poi abbiamo realizzato la STRADA mezzo di comunicazione tra persone. Ma l’incontro con gli altri è un fatto d’amore,di accoglienza vedendo nell’altro il volto di Gesù nostro fratello maggiore È stata la volta del LAMPIONE perché gli abitanti di questo villaggio potessero incontrarsi anche di notte. Ancora meglio se illuminati interiormente dall’amore di Gesù che rende solidali anche nella diversità. Infine ci siamo accorti che un altro luogo era importante il CIMITERO. Questo luogo ci ha fatto pensare non poco. Gesù ci ha rassicurati: “Io sono la Resurrezione e la Vita �? . Al termine di questa bella avventura abbiamo regalato a tutti i partecipanti una piccola icona di Gesù a forma di portachiavi formulando questa preghiera: “Gesù ,all’inizio di questa esperienza , ci hai presi per mano,ci hai condotto in un villaggio dove i segni ,la porta, l’acqua, la strada, il pane, la luce, la vita ci hanno parlato.Per poter vivere non possiamo fare a meno di queste cose! Abbiamo scoperto che Tu stesso,per mostrarci il bene che ci vuoi,ti sei raccontato a noi utilizzando questi semplici elementi. Ci impegniamo a continuare la costruzione di un mondo invaso dalla gioia. Questa è la nostra grande speranza.

*Parroco della parrocchia di San Filippo Neri

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 522 volte, 1 oggi)