ALTIDONA – Sono passati dodici anni dalla prima edizione, ma ‘Stanze Aperte’ ha sempre il suo fascino. Ormai è diventato il punto di riferimento per i giovani artisti, e per la sfida, che li vede confrontarsi con uno spazio storico, del vecchio borgo, che per quasi due mesi è a disposizione della loro creatività.

Altidona è un paesino costiero situato sulla collina a quasi duecentocinquanta metri sopra il livello del mare. Originariamente fu centro dei Piceni, per poi diventare uno dei Castelli di Fermo, a cui ancora oggi è legata.

Questo è il contesto in cui si svolge ‘Stanze Aperte’, una rassegna che vede ogni anno artisti che debbono mettersi alla prova, riscontrarsi  sia con gli abitanti – sempre collaborativi e partecipi a questa iniziativa – e, soprattutto, con la struttura architettonica del borgo. Le opere, in questo contesto, assumono un valore diverso che se fossero esposte, ad esempio, ad una mostra consueta: vengono fruite in maniera differente, e il contenitore diventa esso stesso parte attiva dell’opera d’arte.

I lavori artistici sono disseminati per tutto il centro storico e formano un tracciato artistico/urbano con cui è possibile interagire, creando uno spazio vitale e stuzzicante.

Sette in più gli artisti che partecipano a questa edizione, ovvero: Marco Armillei, Cinzia Baldassarri, Giacomo Bartolucci, Nadia Bongiovanni, Riccardo Catani, Fabiola Ciarrocchi, Valerio Contiguglia, Berardo Di Bartolomeo, Cesare Gaspari, Yu hu ho, Renzo Marasca, Giampiero Marcocci, Nicola Menga, Enrico Minguzzi, Fabio Mobilia, Nikolic Nemanja, Rita Soccio.

Una esposizione che ci da modo di ammirare – e apprezzare – i luoghi meno conosciuti del nostro territorio che altrimenti, seppur sotto i nostri occhi, passerebbero inosservati.
Nel catalogo che accompagna la mostra sono presenti testi lirici di Giarmando Dimarti, Enrica Loggi, Lucilio Santoni. La mostra è curata dal pittore Nazareno Luciani e può essere visitata tutti i giorni dalle 18:00 in poi fino al 27 agosto.

Info: Nazareno Luciani 328.7180203

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 813 volte, 1 oggi)