SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il sindaco Gaspari mette il piede sull’acceleratore e negli ultimi giorni sta ufficializzando alcune nomine per importanti incarichi all’interno della macchina comunale. Dopo la scelta di Pietro D’Angelo per la Riserva della Sentina, un altro nome di spicco riguarda la stesura del Prg (piano regolatore generale), che Gaspari intende portare a termine nell’ambito del suo mandato. Il quotato architetto Luigina Zazio, da sempre vicina ai Ds, ha infatti ricevuto l’incarico di dirigere l’Ufficio di Piano e pertanto farà opera di supervisione sulla proposta di Prg studiata dal professor Piergiorgio Bellagamba. Lo studioso di urbanistica, scelto a suo tempo da Martinelli, ha ormai ricevuto i quattro quinti della sua parcella e secondo la legge gli spetta di diritto anche l’ultimo quinto. Pertanto il rapporto di consulenza con Bellagamba continuerà e non potrebbe essere altrimenti, dato che Gaspari afferma di voler tagliare dall’albero comunale i rami secchi delle spese eccessive.

La Zazio gode di una grande reputazione nel campo dell’architettura e della programmazione del territorio e dirigerà uno staff composto da Bellagamba e dal dirigente dei lavori pubblici Polidori. Un lavoro che partirà dalla bozza di Prg già presentata da Bellagamba alla passata amministrazione, una linea di massima che verrà rivista in base alle scelte che si faranno nei prossimi mesi.

Per quanto riguarda le società partecipate, come già anticipato sabato Gaspari proporrà Assunta Cassa come presidente della Picenambiente Energia spa, l’impresa cui è stato affidato il progetto di chiusura della ex discarica di Ponterotto con annessa – e contestata – costruzione di una mini centrale energetica a biomasse per il teleriscaldamento di viale De Gasperi. Assunta Cassa sostituisce il dimissionario Michele Bagalini, è laureata in Economia e commercio all’Università di Chieti e svolge attività di consulenza nel settore dei servizi alle imprese e alla Pubblica amministrazione.

Per quanto riguarda il Gabinetto del sindaco e la Segreteria degli assessori, Gaspari ha scelto Roberto De Berardinis, già dirigente del settore Attività sociali ed educative. Una delibera di Giunta dello scorso 19 luglio stabilisce le competenze del Capo di Gabinetto, modificando alcuni contenuti dell’articolo 14 del Regolamento sull’ordinamento degli uffici e servizi: «compete a tale dirigente la cura dei provvedimenti riservati al Sindaco che può, peraltro, conferire a tale dirigente, in deroga alle ordinarie competenze, la cura di determinate e specifiche pratiche amministrative ritenute strategiche per il conseguimento di fondamentali obiettivi dell’ente». Roberto Conti, già dirigente del settore Affari generali del Comune, ha ricevuto l’incarico di dirigente del settore Attività sociali ed educative. Si tratta di una nomina ad interim fino al 31 dicembre.

Dall’opposizione si leva una voce critica su queste ultime due nomine. Pasqualino Piunti, capogruppo consiliare di An, contesta infatti la delibera che istituisce l’ufficio di Gabinetto del sindaco e parla di una promozione funzionale più che altro a una rimozione da un incarico precedente: «La procedura usata per “promuovere” un dirigente probabilmente non gradito a una parte di questa maggioranza era già attuata dai latini. Sui costi che graveranno nelle tasche dei cittadini per questo capriccetto e per altre nomine se ne discuterà nei prossimi consigli comunali».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 592 volte, 1 oggi)