(Articolo di Fiorenzo Concetti) 

OFFIDA – A distanza di qualche giorno dalla sua inaugurazione, il calendario turistico “..a Offida, d’estate” ha già riscosso ampi consensi di critica e di pubblico. La stagione estiva della città, ricca di eventi e manifestazioni di risonanza nazionale, ha aperto i battenti mercoledì 12 luglio in Piazza del Popolo con un concerto tenuto dalla band irlandese Nabac ed inserito all’interno della rassegna intercomunale “Altrisuoni”. 

Nella giornata di sabato ha avuto luogo la finale della seconda edizione di “SatirOffida“, a cui è seguita una conferenza stampa fuori dagli schemi tenuta da un’autentica mattatrice del palcoscenico, l’attrice e regista Sabina Guzzanti, vincitrice quest’anno del prestigioso premio “Satiro di Offida” messo in palio dagli organizzatori.

Il pubblico, accorso in massa all’evento, ha affollato ogni punto di Piazza del Popolo, lo splendido scenario che ha ospitato sia la premiazione che il momento di chiusura pensato e promosso dall’assessorato alla cultura e dall’assessorato al Turismo del Comune di Offida e intitolato “Offida, porto franco della Satira”.

La giornata di domenica è stata caratterizzata da due momenti d’eccezione che hanno attirato gran parte della cittadinanza e tanti turisti. Il primo è rappresentato dalla seconda edizione della “Festa degli antichi piaceri” svoltasi nel pomeriggio presso il quartiere di San Lazzaro, un occasione per degustare i piatti tipici delle famiglie contadine di una volta, immersi in un suggestivo borgo antico ricostruito insieme agli  attrezzi dell’epoca dai frequentatori del circolo cittadino. La musica della Compagnia del Saltarello Ascolano guidata da Carlo Cruciani ha allietato la manifestazione.

Il secondo momento si identifica con il trofeo AVIS organizzato dalla sezione locale di Offida, che ha visto la partecipazione di giovani ciclisti provenienti da ogni parte della provincia. La manifestazione si è svolta in contemporanea alla “Festa degli antichi piaceri” ed ha interessato il centro urbano, in particolare l’area adiacente Borgo Giacomo Leopardi, riscontrando il coinvolgimento di ben 54 atleti. In serata, Piazza del Popolo è stata teatro di un’Operetta, intitolata “Il Paese dei Campanelli” e messa in scena dalla compagnia teatrale “Belle Epoque”, che ha riscontrato una grande affluenza di spettatori.

L’Assessore alla Culura Giampietro Casagrande ravvisa i motivi del successo di pubblico nella varietà degli spettacoli, che garantisce la possibilità di scegliere, fra eventi diversi, quello che si preferisce. Nel suo discorso c’è spazio per una nota introduttiva alla novità del calendario estivo offidano, cioè la prima edizione del Premio Nazionale Joyce Lussu che verrà consegnato il 30 luglio presso la sala conferenze dell’Enoteca Regionale, alla presenza dei partecipanti al premio di narrativa intervenuti da tutta Italia.

Altrettanto soddisfatto della partecipazione ad “..Offida, d’Estate”  si è dimostrato essere  Valerio Lucciarini. L’Assessore, pur ribadendo il ricco programma di eventi che Offida si appresta a vivere nelle prossime settimane, coglie l’occasione per lanciare un monito paterno alla parte organizzativa del Festival SatirOffida, “rea” di non aver saputo gestire il coordinamento dei momenti programmati all’interno della manifestazione secondo una formula che fosse funzionale ad un evento divenuto ormai di largo respiro e rilevanza in tutta la nazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 530 volte, 1 oggi)